Testiere del letto fuori dal comune

Pubblicato il Di in Finiture
34ab8a59b94c836b130efcde735d3a4e

Apparentemente in secondo piano, la testiera del letto può essere una componente di originalità all’interno della camera da letto.

La spalliera, testata o fondo è sempre un punto focale ed un preciso riferimento nel posizionamento del letto.

Oltre ad essere una decorazione verticale, talvolta è un elemento che contribuisce ad una migliore lettura dello spazio, nel senso che può contribuire ad esempio a far sembrare più grande una stanza troppo piccola: ad esempio con una decorazione sviluppata in prospettiva.

Una soluzione semplice e veloce, può essere il pannello in tessuto. Si può scegliere un taglio pregiato, una trama particolare. Originale scelta anche un tessuto in pelle o flokati appeso dietro il letto o usato per tappezzare un’architrave con un effetto soffice ed eccentrico.

Il pannello può quindi essere fissato dietro al letto,  dare l’illusione di una testiera. Si suggeriscono nella scelta stoffe pesanti e motivi neutri da appendere per lungo.

 

Appesa al muro può essere inserita in una sorta di cornice opuure usando una stecca sottile inserita in nella tasca di fettuccia sulla sommità e attaccata con anelli a ganci nascosti nella parete soprastante. Un’altra assicella o un peso può essere messo nell’orlo al fine di consentire di mentenerla tesa e aderente al muro.

Testate alternative possono invece essere ottenute con una antica porta intagliata, uno schermo traforato, delle assi da ponteggio sabbiate e dipinte o materiali per recinti da giardino in giunco o bambù.

Non ultime le decorazioni posso essere fatte direttamente sulla parete come gli stickers, un trompe d’oil, uno specchio o una serie di specchi.

 

 

 

Altre soluzioni, sono quelle che sfruttano la zona dietro al letto con degli ampi vani da appoggio ed in alcuni casi dei veri mobili contenitore ma qui sconfiniamo nel tema dei comodini.