It’s Mine Experiments

Pubblicato il Di in Concorsi
itsmine_copertina

Scade il 30 Aprile 2012. Scadenza prolungata al 18 Maggio 2012.

 

ADI CAMPANIA (Associazione per il Disegno Industriale) e SUDLAB hanno bandito un concorso di design evento-mostra “IT’S MINE EXPERIMENTS” con scadenza il 30 Aprile 2012 18 Maggio 2012. L‘evento-mostra “IT’S MINE EXPERIMENTS” si presta, dunque, ad un sostanziale ampliamento disciplinare che guarda al Design come generatore di dinamiche evolutive, trainanti economie e idee.

 

La CALL FOR PROPOSAL intende registrare un dato rilevato sull’intero territorio campano attraverso i percorsi creativi dei designer che incrociano la componente produttiva delle aziende e formativa di Scuole ed Università. In particolare, la ricognizione di ADI Campania e SUDLAB delinea le diverse trame del design contemporaneo in Campania come riflesso di configurazioni produttive autonome o tradizionali. L’azione è riferita alle connessioni tra creativi, artigiani ed imprese, rappresentando un passo decisivo per la comunicazione e la conoscenza del sistema design campano capace di esprimere progetti e produzioni di alto profilo, in uno scenario di mercato globale.

 

La metodologia segue l’idea di proporre (CALL FOR PROPOSAL) un progetto, la fase successiva prevede la selezione avvalendosi di un periodo di tempo nel quale si definirà meglio il progetto per poi passare ad una presentazione in pubblico durante l’evento IT’S MINE EXPERIMENTS che si terrà presso la sede SUDLAB. Infine i progetti, prodotti-servizi e comunicazione, più interessanti saranno premiati secondo i criteri propri a ciascuna sezione.

 

CONCEPT

Le tre sezioni della CALL FOR PROPOSAL, in cui si sostanzia l’idea del Design contemporaneo del nostro territorio, sono: self-design, artidesign e fit-product design.

 

Il self-design si riferisce alle modalità di autoproduzione con le quali si attua il design in alternativa alla filiera convenzionale: progetto-prodotto comunicazione-distribuzione. Rappresenta l’approccio del designer che intraprende e individua nuovi percorsi produttivi e distributivi, con l’obiettivo di creare un originale cluster per realizzare progetti inediti.

 

L’artidesign comprende la produzione in alcuni settori merceologici, principalmente degli oggetti di arredo, ma anche del design della persona e dei componenti per l’edilizia, un concetto “che si colloca fra l’artigianato e l’industrial design (R. De Fusco)” che rifugge la perenne contraddizione tra piccola e grande serie, che supera le gerarchie tra linguaggi espressivi.

 

Il fit-product design individua i prodotti di design aderenti alla filosofia aziendale intesa non solo come mission ma anche come performance tecnologica e produttiva e come dispiegamento di capacità umane. Il fit-product design si articola nello stretto dialogo tra il progettista e gli interlocutori dell’azienda, nella rivalutazione delle risorse del territorio che esprime quelle eccellenze produttive e nel recupero del concetto di democrazia del bello, diffondendo ipotesi di social business.

 

Maggiori informazioni: itsminedesignaward.com