ARTEMIDE ILLUMINA IL PADIGLIONE ITALIA ALLA BIENNALE DI ARCHITETTURA DI VENEZIA

Pubblicato il 5 luglio 2014 Di

 

Esprimendo sempre una grande competenza tecnologica e un’attenta innovazione nella ricerca, Artemide, main sponsor del Padiglione Italia, ha collaborato con l’architetto Cino Zucchi, curatore della mostra “Innesti/Grafting”, nella realizzazione del Padiglione Italia alla 14. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia.

Italy Innesti_Grafting (9)

Artemide, fin dalla sua fondazione negli anni ‘60, ha collaborato con i più grandi architetti italiani e internazionali, dimostrando una profonda e continua capacità innovativa nel progetto del design della luce. Questo per me è stato ed è un grande privilegio” afferma Ernesto Gismondi, presidente e fondatore di Artemide, contestualizzando la partecipazione di Artemide alla mostra veneziana.

Nella mostra del Padiglione Italia non c’è l’idea di un’evoluzione lineare, bensì l’esame di singoli episodi o eventi progettuali legati nel tempo da relazioni inaspettate. Se la modernizzazione ha coinvolto nell’ultimo secolo l’intera penisola, il caso di Milano è assunto come esemplare ‘laboratorio del moderno’, le cui vicende architettoniche e urbanistiche degli ultimi cento anni mostrano le particolari modalità assunte da progetti dalla grande carica trasformativa al confronto con la struttura urbana preesistente” afferma Cino Zucchi.

Italy Innesti_Grafting (6)

La città di Milano, che ha visto nascere Artemide, e l’intensa collaborazione con gli architetti milanesi e italiani, sono i due elementi cardine che siglano la nascita di questa sinergia.

“Innesti/Grafting” mette in mostra opere con “l’intento di unire materia esistente e forma futura”. Una riflessione e una visione condivisa da sempre da Artemide, attenta nel promuovere e realizzare progetti di luce innovativi, universali, di lunga durata e sostenibili. Piattaforme aperte di ricerca all’interno di una cultura impegnata a ripensare al divenire dell’uomo, al suo benessere e al suo rapporto con l’ambiente e il paesaggio che lo ospita e lo circonda.

La luce di Artemide, dialogando con il racconto della Mostra “Innesti/Grafting”, crea una esperienza luminosa che accompagna il visitatore nelle due Sale principali dell’Esposizione.

 

Nella prima Sala, dove viene rappresentata la complessa dialettica tra innovazione e rispetto dell’esistente, attraverso “Il caso Milano”, la luce evoca un ambiente urbano, diventa “medium” che mette in scena fenomeni, cioè effetti di luce e di ombra, interpretando i contenuti esposti, e dove il soggetto strettamente legato all’oggetto viene totalmente immerso in ciò che ha intorno a sé.

Italy Innesti_Grafting (7)

Nella seconda Sala è proposto un collage di immagini di architetture, una rappresentazione di un grande paesaggio contemporaneo attraverso elementi luminosi, dalle forme diverse, che danno vita a uno scenario soggettivo e suggestivo di luce pura: “Un viaggio in Italia” all’interno di un landscape luminoso.

Il risultato di questa collaborazione, che rappresenta un perfetto incontro tra la grande architettura italiana e Artemide, sarà in mostra al Padiglione Italia, 14. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia – Tese delle Vergini all’Arsenale, Venezia – dal 7 giugno al 23 novembre 2014.