ArTò 6° Salone dell’artigianato d’arte e del design quotidiano

Pubblicato il 6 novembre 2013 Di

Dall’8 al 10 novembre torna al Lingotto Fiere di Torino ArTò, Salone dell’artigianato d’arte e del design quotidiano, organizzato da GL events Italia-Lingotto Fiere. La rassegna, giunta alla sesta edizione, è una vera e propria mostra-mercato dedicata interamente all’artigianato artistico, che per 3 giorni trasforma il Padiglione 5 in una vetrinad’eccellenza per le migliori realtà italiane del settore.

 stanza di Van Gogh

Un’occasione per scoprire e acquistare prodotti unici di uso quotidiano, dai mobili ai complementi d’arredo, dai gioielli agli accessori, realizzati con tecniche che uniscono i materiali più tradizionali con quelli più innovativi e attuali. Legno, vetro, ferro e ceramica, materie prime pregiate come oro e argento e tessuti originali sono tra i protagonisti di una manifestazione che si riconosce nei principi di creatività e originalità.

Un nuovo layout espositivo per dare spazio alle eccellenze regionali

Una delle novità più importanti dell’edizione 2013 di ArTò è il format espositivo. Quest’anno, infatti, è stato elaborato un nuovo layout, suddiviso per aree territoriali. I visitatori possono percorrere un vero e proprio itinerario artigianale alla scoperta delle eccellenze del nostro Paese. Un’occasione per conoscere meglio tutte le abilità peculiari regionali – dal Piemonte alla Puglia, passando per Lazio e Sardegna – dall’artigianato tipico e tradizionale a quello artistico, fino a quello innovativo e progettuale.

 laboratori

Un respiro internazionale ad ArTò è dato da un’area interamente dedicata ad ARTisART, il progetto di rete transfrontaliera dell’artigianato finalizzato a creare una rete dell’artigianato artistico formata da microimprese, laboratori e piccole e medie imprese radicate nei territori transfrontalieri di Liguria, Piemonte e Haute Provence. Ad ArTò partecipano 25 imprese francesi, 10 impresi liguri e 19 imprese piemontesi del circuito ARTisART, con uno spazio che offre visibilità alle produzioni e mette a confronto esperienze e professionalità.

Artò intende inoltre valorizzare le tipicità del territorio in ambito gastronomico. Debutta dunque quest’anno il Bistrot di ArTò, un luogo confortevole e accogliente dove i visitatori possono concedersi una piacevole pausa e riscoprire l’aspetto conviviale del cibo assaporando alcuni prodotti – rigorosamente artigianali – delle tradizioni locali.

 ArTò 2012

Il programma: laboratori, sfilate, mostre.

Ad arricchire l’offerta espositiva di ArTò, il consueto calendario di laboratori tematici, sfilate di moda, mostre e incontri.

 I laboratori sono rivolti agli studenti delle scuole medie e superiori che vogliono avvicinarsi al mondo dell’artigianato e a quel pubblico più adulto interessato ad approfondire conoscenze già acquisite, nell’ambito della lavorazione della ceramica, del legno e della creazione di bijoux in metallo. I partecipanti hanno l’opportunità di imparare alcune tecniche di base, scoprire le proprietà delle materie prime utilizzate, e avvicinarsi all’arte del “saper fare”, realizzando con le proprie mani veri e propri oggetti di artigianato.

ArTò è anche moda. Ogni giorno, infatti, appuntamento con le sfilate presentate da Elia Tarantino, durante le quali il pubblico ha la possibilità di ammirare in passerella le creazioni degli artigiani presenti al Salone, che spaziano dalla moda agli accessori, dalla gioielleria alla bigiotteria di alta gamma.

Un’attenzione particolare è dedicata all’arte di lavorare il ferro, protagonista di una mostra a cura di MetalliFilati, azienda cremonese che realizza prodotti – unici per design e creatività applicata alla tecnica e alla tecnologia produttiva – che nascono dalla sfida impossibile di filare il metallo.

A chiudere la programmazione di ArTò, nel pomeriggio di domenica 10 novembre, la cerimonia di conferimento del riconoscimento “Piemonte Eccellenza Artigiana”, marchio assegnato dalla Regione Piemonte alle imprese che si sono distinte quest’anno.

Le iniziative b2b

In occasione della sesta edizione, ArTò offre alle aziende l’opportunità di aprirsi verso nuovi mercati, grazie a una serie di iniziative b2b curateda Ceipiemonte, Centro Estero per l’Internalizzazione. Quest’anno le attività in programma sono riservate, in via sperimentale, alle sole realtà piemontesi, ma l’idea è di sviluppare il progetto nelle prossime edizioni, coinvolgendo artigiani di tutta Italia.

Alle imprese che ne fanno richiesta, dunque, viene data l’opportunità di partecipare al seminario Pianificare per competere, l’approccio efficace ai mercati esteri, in programma venerdì 8 novembre.

Tutti i giorni, inoltre, sono organizzate agende personalizzate di incontri con i referenti delle Camere di commercio italiane in Francia, Germania e Svizzera, allo scopo di verificare le potenzialità degli artigiani di internazionalizzare il proprio business.

ArTò si conferma dunque un evento in grado di richiamare l’attenzione sia degliaddetti ai lavori, attirati dall’eccellente vetrina dei prodotti che offre la mostra-mercato, sia del grande pubblico, sempre alla ricerca di idee originali e adatte alla vita di tutti i giorni. ArTò rappresenta un’ottima occasione per promuovere la filiera corta nel settore dell’artigianato artistico e del design quotidiano e rientra a pieno titolo tra gli appuntamenti da non perdere nel weekend che, tradizionalmente, il capoluogo piemontese dedica alle arti contemporanee. Proprio in un’ottica di collaborazione tra i vari eventi che animano la città in quei giorni, è stata attivata una convenzione in occasione di Artissima, grazie alla quale i visitatori della kermesse ospitata all’Oval possono accedere gratuitamente ad ArTò, semplicemente mostrando alle casse il biglietto di Artissima.