BOMBAY SAPPHIRE al Fuori Salone 2012

Pubblicato il 10 aprile 2012 Di

Fin dalle sue origini, Bombay Sapphire ha scelto la filosofia dell’imagination, della creatività e dell’innovazione per la comunicazione del suo brand.
 Da sempre protagonista del mondo del design, grazie alle numerose collaborazioni con i più importanti designers di fama internazionale tra cui Tom Dixon, Karim Rashid, Patricia Urquiola e tanti altri, per l’edizione 2012 della design week milanese, Bombay Sapphire è protagonista del Fuori Salone di Zona Tortona con la Bombay Twist, un’incredibile spirale luminosa blu zaffiro realizzata in molteplici materiali da due innovativi designer: il tedesco Moritz Waldemeyer e il francese Florian Dussopt.

L’installazione, alta sei metri, ospita un attraente e sinuoso gioco di luci; sulla sua superficie vengono proiettate immagini suggestive ed evocative, rigorosamente blue sapphire.
 La Bombay Twist verrà ospitata allo spazio “Gaussian Blur”, un luogo d’incontro dedicato ai designers, un mix  di creatività, networking, musica e cocktails firmati Bombay Sapphire, nato dalla felice collaborazione con i due designer. 



Moritz Waldemeyer commenta: “La scultura ha un approccio giocoso che contrasta con la nitidezza del marchio, apponendo con un velo luminoso di animazione creativa. Questo gioco intrigante e coinvolgente si adatta molto bene alla personalità poliedrica di Bombay Sapphire. Per la creazione della Bombay Twist abbiamo lavorato con l’Università del Middlesex di Londra, collaborando con un gruppo di studenti specializzati in animation design che con la loro immaginazione hanno catturato l’essenza di Bombay Sapphire”.

Florian Dussopt aggiunge a proposito della Gaussian Room: “Questo spazio vuole essere un luogo di incontro per la community dell’imagination e per i creativi del design, un luogo dove scambiarsi informazioni e creare nuove tendenze; ci piacerebbe esportare questo concept anche in altri festival del design, ma qui a Milano avremo sicuramente il mix di elementi migliore. Abbiamo scelto il nome di “Gaussian blur” ispirandoci al software grafico usato per sfocare e mixare le immagini, così come vorremmo accadesse in questo spazio, attorno alla Bombay Twist”.

John Burke, Global Director di Bombay Sapphire, commenta: “Da sempre, Bombay Sapphire è simbolo ed espressione di innovazione nel mondo degli spirit e in particolare nella categoria dei gin, grazie alla qualità esclusiva del prodotto e alla sua iconica bottiglia trasparente blu zaffiro. Dobbiamo portare avanti questo entusiasmo attraverso il nostro stretto rapporto con i design lover e tutti coloro che danno spazio alla propria creatività e fantasia trasmettendo l’essenza della filosofia dell’imagination con eventi innovativi ed emozionanti.
 Dallo scorso anno Bombay Sapphire ha sviluppato una serie di strumenti visivi e di video performance proiettate sulle facciate di edifici suggestivi come la Battersea Station, la vecchia centrale  elettrica di Londra”.

Alcuni di questi video saranno visibili nello spazio Bombay Sapphire di via Tortona.
 

Per avere un anticipo dell’esperienza “Bombay Sapphire infused with imagination” visita:
 www.youtube.com

 

Perché Gaussian Blur?

La sfocatura gaussiana è un nome familiare ai designer poiché è un effetto utilizzato per ritoccare le foto. La sfocatura gaussiana consiste in un filtro che sfuoca l’immagine utilizzando una funzione gaussiana (prende il nome dal matematico Johann Carl Friedrich Gauss). In modo simile all’effetto di sfocatura, il “Gaussian Blur event”  produrrà un mix di elementi creativi per dar vita a un nuovo blend.

 

Cosa rende Bombay Sapphire unico?



Il gin Bombay Sapphire da sempre è espressione di innovazione nel mondo degli spirit e nella categoria dei gin e si basa su una ricetta segreta del 1761; l’alta qualità del gin Bombay Sapphire nasce dal perfetto equilibrio di una combinazione di 10 ingredienti naturali, i botanicals, accuratamente selezionati in particolari aree del pianeta, lavorati a mano e distillati attraverso il delicato processo di infusione a vapore che lascia intatti gli aromi, un processo che solo Bombay Sapphire può vantare.

Bombay Sapphire mira ad ispirare le persone, stimolare la loro immaginazione, aprire le loro menti, attraverso un pensiero innovativo che permetta di rivelare la propria individualità e la propria fantasia.


Chi è Moritz Waldemeyer


Ampiamente riconosciuto come uno dei più innovativi e creativi designers della sua generazione, Moritz Waldemeyer è noto per le sue  creazioni interattive basate sulla tecnologia della luce. Vanta numerose collaborazioni con grandi designers come Ron Arad, Zaha Hadid, Paul Smith e Marcel Wanders mentre tra le sue performance, spiccano gli interventi sulle scenografie dei tour internazionali di pop stars come U2, Rihanna e Kylie Minogue.

Moritz Weldemeyer ha già collaborato con Bombay Sapphire creando l’installazione Vapor Infusion, presentata con grande successo di pubblico e di critica durante il Salone del Mobile 2011.
 
 


 Chi è Florian Dussopt


Il designer francese Florian Dussopt è il co-fondatore dello studio di design Anna Gram, nato nel 2006. Da tempo di stanza a Londra, Florian si è occupato di design industriale, installazioni, arredamento e tanto altro per prestigiosi clienti tra cui Virgin Atlantic, BBC e Samsung. 
Nel 2009 ha realizzato la Back to Back, evento musicale nella East London che ha visto il susseguirsi di performance di importanti artisti.
 

 

BOMBAY SAPPHIRE GAUSSIAN BLUR e BOMBAY TWIST


Presso Spazio T’a
 / Via Tortona, 37 / Milano
 


Dal 17 al 22 aprile aperta al pubblico dalle 10 alle 21

Lunedì 16 aprile: press preview dalle 15 alle 20

 

17-19 aprile: dalle 22 alle 2 
 / Gaussian Blur after party con DJ set / 
solo su invito

21-22 aprile: dalle 7 alle 9 pm, drinking experience con Bombay Sapphire aperta al pubblico.