Bonaldo al Salone del Mobile 2013

Pubblicato il 24 aprile 2013 Di

Bonaldo, azienda specializzata nella produzione di arredo e complementi di design, ha presentato all’edizione 2013 del Salone del Mobile con molte novità, che mostrano l’approccio eclettico dell’azienda. Lo stand (Hall 5, Stand F09-G06), ideato dall’architetto Mauro Lipparini,sintetizzava in quattro aree altrettanti stili living che si esprimono in colori, materiali, forme e atmosfere differenti, celebrando la libertà di scegliere e interpretare in modo personale il gusto di vivere la realtà metropolitana.

Il viaggio nel mondo Bonaldo iniziava con Urban Felicity: uno spazio essenziale, connotato da un mood metropolitano deciso, in cui predominano il bianco e il nero. Essential Domesticity proponeva un gusto morbido e sobrio, dove il calore del legno si sposava con il bianco e i toni del grigio creando un’atmosfera calda e avvolgente. Il gusto dei colori ed uno spazio giovane e brioso distinguevano l’Eclectic Centricity. Voglia di verde e di contatto con la terra e la natura: un richiamo all’essenza delle cose concludeva il percorso nell’area Natural Simplicity.

“Le nuove proposte Bonaldo si declinano in quattro ambienti diversi capaci di interpretare e mettere insieme prodotti eterogenei tra loro per design e materie – afferma Mauro Lipparini – l’allestimento dello stand è costituito da quattro aree circoscritte da aste alte in ciliegio, come a formare dei gazebi autonomi. La modularità compositiva ondulata delle pareti permette una visibilità introspettiva di tutti gli ambienti dall’esterno, generando curiosità, mentre si rimanda ad una maggior attenzione stando all’interno”.

Bonaldo ha presentato all’edizione 2013 del Salone del Mobile più di venti novità: una molteplicità di proposte che rispecchia il dinamismo e la solidità dell’azienda, frutto di un anno di investimenti e di ricerca continua. Il tavolo Octa disegnato da Bartoli Design e ispirato all’antico gioco cinese dello Shangai, il tavolo Match di Mauro Lipparini, le cui linee tondeggianti del piano si incontrano con quelle geometriche delle gambe e il Kime di Bartoli Design. Tra le sedie, la Filly di Bartoli Design, proposta in due diverse misure di seduta, una versione con braccioli ed uno sgabello, la Eral e la Deli, sedie imbottite progettate dal centro Ricerca&Sviluppo Bonaldo.

Per quanto riguarda gli imbottiti, sono stati presentati il Contrast Bed di Alain Gilles, che si caratterizza per la possibilità di personalizzare la sua grande testata, il letto Joe di Mauro Lipparini, dallo stile sobrio ed essenziale, il letto Eureka di Giuseppe Viganò. Tra i divani, il Millau,progettato da Giuseppe Viganò, connotato da uno stile maschile, e il Sinua di Mauro Lipparini, che offre la possibilità di mixare tra loro diversi tipi di rivestimenti e finiture.Allo stand sono state esposte anche le nuove varianti di prodotti-simbolo del mondo Bonaldo, quali le sedie Venere lounge e By, entrambe di Bartoli Design, la Loto W di Dondoli&Pocci, il Big Table di Alain Gilles e il tavolo Prora di Mauro Lipparini, presentato con un piano dalle nuove finiture.

Oltre ai prodotti frutto di collaborazioni con designer affermati, Bonaldo ha presentato anche le proposte di due giovani talenti internazionali, che hanno firmato per l’azienda dei complementi d’arredo: il giapponese Ryosuke Fukusada, vincitore di numerosi riconoscimenti, tra cui il Good Design Award nel 2007, ha progettato l’appendiabiti Kadou, che richiama le forme di un tradizionale vaso di fiori giapponesee il tavolino-pouf Muffin, chesi ispira alla semplice geometria degli stampi del famoso dolce americano. Jarrod Lim, singaporiano di origine australiana, che vanta importanti collaborazioni internazionali, ha disegnato per Bonaldo il tavolino Orion, ispirato all’omonima costellazione e caratterizzato da una base costituita da fili d’acciaio verniciato.