Bosco Verticale si aggiudica il prestigioso Council on Tall Buildings and Urban Habitat

Pubblicato il 29 novembre 2015 Di

Sbaragliando la durissima concorrenza dell’One World Trade Center di New York il Bosco Verticale, l’edificio milanese progettato dallo Studio Boeri, ha vinto il Council on Tall Buildings and Urban Habitat, assegnato ogni anno al grattacielo più bello del mondo dall’Illinois Institute of Technology.

Dopo aver vinto il prestigioso Highrise Award assegnato a Francoforte per l’edificio alto più bello e innovativo del 2014, il riconoscimento planetario del CTBUH di Chicago è la conferma di come il Bosco Verticale sia diventato un’icona dell’architettura internazionale contemporanea.

Il grattacielo è un esempio unico nell’utilizzo del verde in altezza e in proporzione. La sua facciata, che incorpora numerosi alberi e oltre 90 specie di piante, svolge il ruolo di interfaccia attiva per l’ambiente circostante. Ciò che rende l’idea eccezionale è l’azione delle piante, che agiscono come estensione della copertura esterna dell’edificio.

E anche gli interni non sono da meno. Negli splendidi appartamenti, aperti a viste spettacolari e capaci di rispondere ad ogni desiderio abitativo, le placche Eikon Evo di Vimar – scelte con finiture in alluminio anodizzato – danno ampio sfoggio di sé, distinguendosi per essere affascinanti, ricercate ed esclusive. Le loro forme rappresentano una nuova definizione di stile e un nuovo concetto di lusso che rende l’impianto elettrico un vero e proprio complemento d’arredo.

I dispositivi Eikon Evo, oltre a garantire il massimo dell’eleganza, assicurano anche funzionalità e comfort. Un’ampia gamma di prese – da quelle specifiche per rasoi posizionate nei bagni a quelle telefoniche – risponde ad ogni tipo di esigenza funzionale. Mentre termostati posizionati nei vari ambienti permettono di impostare la temperatura desiderata. Discrete ma utilissime, le lampade segna passo dotate di diffusori a Led di ultima generazione, sono infine posizionate in punti strategici, per accompagnare gli ospiti in tutta sicurezza lungo percorsi luminosi che si attivano solamente in caso di blackout.

Una perfetta abbinata tra design e tecnologia che sta contribuendo alla nuova fioritura di Milano.