Ceramics of Italy al “Future Capital: The 2014 Wallpaper* Architects Directory”, Londra 12 giugno 2014

Pubblicato il 12 giugno 2014 Di

 

Ceramics of Italy è sponsor ufficiale dell’ArchitectureDirectory 2014 di Wallpaper*, la prestigiosa rivista di design nota in tutto il mondo.

Il lancio del numero di luglio contenente la Directory avverrà in attraverso un evento specifico organizzato da Wallpaper* presso la location Two Pancras Squaredi King’s Crosse realizzato in collaborazione con Ceramics of Italy.

Per celebrare il lancio della Directory, lo staff creativo di Wallpaper* ha ideato Future Capital: The 2014 Wallpaper* Architects Directory, una speciale mostra che attraverso le opere dell’artista Richard Kolker illustra i lavori di 20 studi di talenti emergenti dell’architettura internazionale fra i quali A-CH, Arquitectos Matos, BXB Studio, Haberstroh Architekten, HLPS Arquitectos, Salad, Sundaymorning, Rizoma Arquitetura.

Parte integrante della mostra ed appositamente studiata per l’occasione, una struttura espositiva in ceramica ideata in collaborazione con Ceramics of Italy dal giovane designer inglese Robert Storey che ha selezionato i prodotti di sei aziende produttrici in rappresentanza dell’industria ceramica italiana: Casalgrande Padana, Century, Ceramica Sant’Agostino, Etruria design, Lea Ceramiche, Marazzi.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di rendere evidente al pubblico londinese di architetti, interior designers, industry influencers, lo stretto legame fra l’industria ceramica italiana e l’architettura internazionale in ogni sua declinazione, così come di dimostrare la propria versatilità, anche quale elemento prezioso e parte integrante di una mostra culturale alla quale può fornire incontestabile valore aggiunto.

Il prestigioso evento – solo su invito – si terrà il 12 giugno prossimo dalle ore 19.00 alle 21.00rsvp@wallpaper.com.

La mostra rimarrà poi aperta fino al 31 giugno poiché sarà parte del programma del London Festivalof Architecture che coprirà tutto il mese di giugno garantendosi visibilità ed affluenza di pubblicoa Kings Cross, zona che si sta sempre più caratterizzando nella scena londinese come vivace fulcro di eventi artistici, culturali e di tendenza.