Chairs & More Salone Internazionale del Mobile 2015

Pubblicato il 28 marzo 2015 Di

Quest’anno al Salone del Mobile Chairs & More presenta due interessanti collezioni di sedute.

Babah (design Roberto Paoli) è una seduta accattivante, elegante e piena di personalità. Presenta compostezza di linee, proporzioni e toni che la rendono al tempo stesso classica e innovativa. La sua figura essenziale è ingentilita dal decoro dello schienale, che le conferisce un tocco un po’ retrò e un’estetica senza tempo. Grazie a queste caratteristiche, Babah si inserisce con armonia in ambienti eterogenei per stile e destinazione d’uso. La struttura è in poliuretano rigido ignifugo TECH mentre la base è in metallo con 4 gambe oppure a slitta. Disponibile in diversi colori.

Tulip (design da Kazuko Okamoto) è un programma di poltroncine multifunzione che per il design e le varianti a disposizione, si propone come un nuovo concept  di seduta. Tulip nasce in due varianti – small e large – che differiscono, oltre che per le dimensioni, anche per la forma e l’ergonomia.
Tulip small, regolare e simmetrica, è una poltroncina adatta a diversi ambienti: sale da pranzo, uffici, zone relax o sale d’attesa. A seconda della sua destinazione, può essere  accessoriata da un piccolo piano d’appoggio in metallo.


Tulip large è una seduta completamente innovativa caratterizzata da una forma asimmetrica e da un pratico tavolino estraibile, elementi che invitano a un suo utilizzo operativo e confortevole come la consultazione di strumenti informatici, la lettura o il consumo di cibi e bevande. Le due varianti possono essere abbinate tra loro per realizzare gruppi di postazioni.
Entrambe le versioni hanno la scocca in poliuretano morbido verniciato all’acqua e ignifugo, mentre le gambe sono in frassino naturale. Lo stile è molto grintoso e ludico, caratterizzato da un armonioso insieme di linee curve ed elementi stondati. Le tinte disponibili sono delicate e attuali come l’azzurro, il grigio, il bianco, il giallo; oppure forti e decise come rosso tulipano e il nero.