Il cielo in una stanza: relax sotto le stelle

Pubblicato il 10 maggio 2017 Di

Tra un po’ sarà estate, ed alzi la mano chi nelle calde sere di Agosto non ha pensato quanto sarebbe bello dormire in spiaggia proprio sotto un cielo coperto di stelle. Certo che sarebbe molto bello poter dormire sotto le stelle ogni volta che si vuole.

Chi  come me, ha la possibilità di dormire in mansarda sa bene quanto possa risultare piacevole talvolta potersi addormentarsi o concedersi il relax guardando il cielo blu sopra di noi. Grazie alla presenza della finestra Velux   posso sdraiarmi sul letto guardare fuori e creare la magica atmosfera del cielo in una stanza.

 

C’è tanta poesia ed  anche un grande significato dietro al tema del cielo, specie  quando si tratta di un cielo stellato.  Una fonte di grande ispirazione anche nel campo dell’arte e dell’architettura. In pittura ad esempio viene subito alla memoria il celebre quadro di Van Gogh, Notte stellata esposto al Museum of Modern Art di New York.

Lo stesso tema è stato a suo modo indagato e interpretato anche da Picasso con le geometriche costellazioni, da Mirò o  da Matisse nello sfondo nel suo Icarus.

 

Al confine tra pittura e architettura ci sono poi le decorazioni. Nella storia dell’arte ci sono infatti molti affreschi e stucchi celebri che nelle volte dei grandi monumenti hanno introdotto la riproduzione di un cielo stellato.

Questo, compare ad esempio nella Cappella degli Scrovegni, affrescata da Giotto intorno al 1300, nelle crociere della Basilica superiore di San Francesco ad Assisi, in quelle della cattedrale di Siena o nel Duomo di San Gimignano. Un cielo stellato  si dice che fosse anche quello  che ricopriva il soffitto della cappella Sistina prima che Michelangelo Buonarroti intervenisse.

Questi sono solo alcuni degli esempi più celebri, che testimoniano quanto fascino riveste  un  cielo stellato nell’immaginario collettivo.

Ci sono anche esempi più recenti che testimoniano come l’esperienza di dormire sotto le stelle sia da considerare un must anche si tratta solo di un effetto scenografico. Ricordiamo ad esempio  il progetto d’interior design l’ Hotel Vittora di Firenze firmato da Fabio Novembre. Tra i tanti aspetti che caratterizzano  questo progetto il designer  ha  immaginato di ricreare nelle camere dell’hotel,  un romantico cielo stellato, realizzato da dei piccoli led bianchi o rossi posti alle pareti che a loro volta sono rivestite da quadrotti in pelle,  per un risultato davvero suggestivo.