CROMATICA LIGHT AND SOUND SCENARIOS

Pubblicato il 30 maggio 2014 Di

CROMATICA crea scenari inditi di luce e suono. E ‘un prodotto digitale ibrido: lampada da tavolo e altoparlante, controllato attraverso un’interfaccia gestuale e in remoto attraverso un App. L’obiettivo di CROMATICA è quello di creare sinestesia tra luce, suono e gestualità naturale.
La luce è garantita da un insieme di due differenti tipologie di LED, bianchi per una luce pratica e confortevole e RGB per realizzare scenari di luce colorata.
La luce bianca calda garantisce un ambiente piacevole, è l’ideale per la lettura e può essere dimmerata per ottenere atmosfere piacevoli e accoglienti.cromatica_dh8
I due sistemi di illuminazione sono regolabili in maniera indipendente e possono essere miscelati per ottenere infinite combinazioni, in questo modo la luce colorata si aggiunge per permettere la creazione di infinite sfumature di luce.
CROMATICA è anche un potente speaker bluetooth, la gestione del suono è affidata a un amplificatore da 7w che è stato studiato per permettere una eccellente risposta su tutte le frequenze. Il suono è prodotto da una coppia di altoparlanti, un woofer da 3” con magnete in neodimio per una risposta ottimale alle frequenze medio basse e un tweeter da 1,5” per una riproduzione cristallina
delle frequenze più alte. Abbiamo pensato anche agli amanti dell’alta fedeltà e dell’home cinema. Due lampade CROMATICA possono essere collegate tra loro in modo da riprodurre il suono in modalità stereo e accompagnare con i loro effetti di luce la visione di un film sul maxi schermo oppure illuminare a tempo di musica un imprevisto DJSET.cromatica usb charger_dh10
Il cervello che permette il controllo di CROMATICA è Arduino. CROMATICA è infatti un prodotto ARDUINO@HEART: al suo interno batte un cuore tutto italiano che è la più grande e diffusa piattaforma di sviluppo per l’interaction design a livello mondiale. Arduino è un piccolo cuore, che dopo essere stato adeguatamente programmato, permette a CROMATICA di comportarsi in maniera
intelligente, rispondere ai nostri comandi, connettersi al nostro telefono, riprodurre musica.
Arduino è anche la più grande comunità di progetti open source per questo motivo abbiamo lasciato che ognuno potesse riprogrammare il cuore o meglio il cervello che c’è all’interno di CROMATICA. Nella parte posteriore è presente una porta USB che può essere utilizzata per ricaricare il proprio cellulare o qualsiasi altro device a 5v. oppure può essere utilizzata per riprogrammare CROMATICA.
Collegando CROMATICA al computer è possibile installare un nuovo firmware all’interno del prodotto per installare un software più recente

Nato dall’esperienza dello studio milanese Habits, Digital Habits dà vita a nuove abitudini e a nuovi modi di interagire con gli oggetti.
Quelli creati da Digital Habits non sono semplici prodotti o interfacce grafiche, ma esperienze nate dall’ibridazione con l’elettronica, la tecnologia, il design tradizionale e il physical computing.
I nuovi paradigmi di questa esplorazione nel futuro sono il design open source, la manifattura digitale, le interfacce naturali.
La collezione Digital Habits si compone di cinque oggetti interattivi che agiscono su più livelli del percepito umano creando una relazione primaria tra azioni e risultati, tra comportamenti e scenografie. Sono oggetti domestici che acquistano un nuovo senso grazie a un approccio inedito in equilibrio tra il mondo fisico e le abitudini virtuali.
Digital Habits è una piattaforma di innovazione dove i designer condividono con gli utenti i propri progetti basati sulle interfacce gestuali. I progetti sono pensati per essere realizzati e implementati dall’utente che può scaricare gratuitamente i file necessari per la costruzione di ogni oggetto, del suo circuito elettronico, il software per controllare interfacce e sensori, la lista dei componenti necessari, il manuale di istruzioni per poi realizzarlo in un Fablab.
I progetti sono rilasciati con licenza Creative Commons CC BY-NC-SA.
Digital Habits è un progetto di studio Habits di Innocenzo Rifino e Diego Rossi.