Cucina: come arredarla con un fascino intramontabile

Pubblicato il 13 luglio 2017 Di

Arredare una cucina con un fascino intramontabile? È ovvio che il primo pensiero vada immediatamente all’arredamento classico: non che le altre tendenze non abbiano grinta e bellezza, ma il classico – si sa – spesso è la via migliore per non stravolgere lo stile dell’intera casa. Ma quali sono gli aspetti che rendono classica una cucina? Intanto la presenza di materiali specifici come il legno, per i mobili, e la ceramica, da utilizzare invece per il pomello e le maniglie. Inoltre, una cucina di taglio classico spesso prevede le pareti in muratura, specialmente se la tendenza scelta è il rustico. Vediamo dunque di calarci nel mezzo di una cucina arredata con questo stile, studiando le componenti più importanti.

Gli elettrodomestici da incasso

 

Una cucina classica non prevede scelte bizzarre e contro-tendenza, soprattutto se parliamo degli elettrodomestici da incasso: i frigoriferi di questa categoria, infatti rappresentano un elemento intramontabile per l’arredamento della cucina. Quest’anno la vasta offerta del mercato è tale da offrire una scelta molto ampia di frigoriferi, rendendo facile la ricerca di uno elettrometrico che assicura uno sfruttamento degli spazi particolarmente intelligente, senza però rinunciare ad un tocco di modernità.

 

Il colore bianco

 

Il colore dominante di una cucina classica e dal fascino sempre intramontabile è ovviamente il bianco, soprattutto se in tinta “glossy”, ovvero lucida e brillante. Perché proprio il bianco? Innanzitutto, essendo un colore basic, si adatta alla perfezione a qualsiasi scelta cromatica, e poi risulta essere meraviglioso se utilizzato in combinazione con il marrone del legno. Il bianco lucido, poi, è il colore della sintesi calma: consente di perfezionare un ambiente che, oltre che essere vivibile, dovrà anche strizzare l’occhio al design degli interni.

Il legno

 

Quando si parla di cucine classiche – o per meglio dire vintage o rustiche – il legno è il non plus ultra dello stile. Il motivo è dovuto al fatto che, oltre ad incastrarsi perfettamente con il bianco lucido “glossy”, il legno rappresenta il materiale per eccellenza, legato alla natura e a quegli spazi abitativi che un tempo regnavano sovrani. E poi il legno possiede un colore caldo, e consente anche di variare le striature e di spezzare i colori, scegliendo ad esempio un parquet diverso dal canonico mono-colore. Ed ecco che il legno invade qualsiasi aspetto della cucina: dai mobili al pavimento, fino ad arrivare ai mestoli, magari appesi a vista per aumentare la praticità degli spazi ma anche la classicità della cucina.

 

Si chiude con il decluttering

 

Classico non significa caotico, anzi: l’ordine, soprattutto in cucina, deve regnare sovrano. Ecco perché abbiamo deciso di chiudere con un utilissimo consiglio: il decluttering. Fate pulizia nella vostra cucina, eliminate tutto ciò che non è necessario e ottimizzate gli spazi, per ottenere un movimento più agile, e per regalare aria allo stile classico.