DESIGN: CIAK SI GIRA! Milano Design Film Festival 2014.

Pubblicato il 3 maggio 2014 Di

“L’intuizione da cui è nato il Milano Design Film Festival è oggi diventata una realtà, un appuntamento che è in grado di
dimostrare in maniera chiara come il tempo sia capace di cambiare i punti di vista e i linguaggi della cultura. In questo
contesto il design si riappropria della pienezza del suo significato originario che, sin dalle prime formulazioni della
Bauhaus, include ogni aspetto disegnato del vivere senza parcellizzazioni forzate. Anche moda, musica, cibo, landscape
e ambiente rientrano in una visione del paesaggio del vivere progettato. È progetto la regia, la cinematografia, la voce,
l’immagine in movimento: in una parola, la poesia.
In un panorama difficile come quello che stiamo vivendo, design e architettura sono quei beni a cui molti sono disposti a
rinunciare e su cui investire diventa sempre più una scelta per pochi.
MDFF è per noi molto di più di un festival, di un appuntamento per presentare la produzione di documentari a tema
design e architettura più recente. Questa manifestazione vuole essere una piattaforma d’informazione, d’aggiornamento,
di sperimentazione e d’incontro che si caratterizza per l’alta qualità dei contenuti e per un’inedita ed efficace capacità di
dialogo con il pubblico”. Antonella Dedini e Silvia Robertazzi, curatrici di Milano Design Film Festival

 
Sostenuto dal successo della prima edizione, MDFF 2014, patrocinato e promosso dal Comune di Milano e con il patrocinio di EXPO 2015, triplica i posti a sedere e sceglie una sede nuova. Sarà l’Anteo spazioCinema con le sue 4 sale e le oltre 600 poltrone a ospitare, dal 9 al 12 ottobre, la seconda edizione.
Per presentare un programma di eventi la cui qualità e il cui profilo si stanno affinando di giorno in giorno, l’organizzazione mira a favorire la partecipazione al festival rendendola sempre più piacevole. MDFF sarà cinema, musica, dibattiti, workshop, aperitivi, chiacchiere, incontri, concorsi. “Con ambizione ci piace pensare che questi quattro giorni daranno la possibilità di guardare al design e all’architettura in modo più diretto e spontaneo e meno scontato” dicono ancora le curatrici.
Durante la conferenza stampa, introdotta dall’Assessore allo Sviluppo economico, Moda e Design Cristina Tajani e dall’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, Antonella Dedini e Silvia Robertazzi presentano le tappe itineranti di MDFF e i contenuti principali che animeranno l’appuntamento milanese del prossimo ottobre.L’internazionalizzazione del festival è un segnale forte di riaffermazione dell’attività culturale italiana nel mondo.
Tre le mete fuori sede: Parigi, Roma e Pechino. Per presentare una scelta delle pellicole selezionate da MDFF sono stati identificati: l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi, il MAXXI di Roma e, nel cuore di Pechino, il quartiere di Sanlitun Taikooli, area coinvolta durante l’edizione di Beijing Design Week, luoghi di espressione della cultura e della creatività contemporanea.
MDFF non rinuncia all’aspetto formativo che il film documentario porta in sé. Ed è proprio un decreto ministeriale (DPR 137/2012) che ha permesso di siglare un accordo con l’Ordine degli Architetti di Milano per definire un programma didattico in grado di aggiornare i professionisti iscritti all’Albo.
In questa occasione viene lanciato lo SHORT FILM MDFF AWARD 2014, un concorso finalizzato alla selezione di storyboard inediti per la realizzazione di un audiovisivo di massimo 10 minuti.
Il contest dal tema “Milano. I luoghi dove mangiamo” vuole abbracciare design, architettura e abitudini alimentari.
Il tutto ambientato in un’unica città: Milano, prossima sede di EXPO 2015. I luoghi scelti dedicati al consumo del cibo possono essere sia pubblici sia privati e dovranno raccontare i nostri comportamenti a tavola e il nostro rapporto con il cibo. Il concorso è rivolto a registi, videomaker, scenografi e a tutti coloro che, italiani e stranieri, intendano cimentarsi con un’opera audiovisiva. (Vedi allegato)
La musica avrà un ruolo rilevante all’interno della manifestazione: oltre al concerto di apertura di Lorenzo Palmeri, designer e musicista, saranno presentati autori che con pezzi inediti interpreteranno alcune pellicole in calendario.
Durante la conferenza stampa viene presentato il nuovo sito di Milano Design Film Festival (milanodesignfilmfestival.com), uno strumento che sarà continuamente aggiornato sulla manifestazione e sulle tematiche trattate.
L’impegno della manifestazione sta incontrando la collaborazione e il sostegno di partner istituzionali e privati che ne seguono lo sviluppo e ne stanno rendendo possibile la realizzazione. A oggi 3D Produzioni, Alessi, Sofia Bonetti, Ferragamo, Flos, IVM Group con i brand Ilva e Milesi, Molteni&C, Tucano, Vitra sono le aziende che supportano MDFF 2014.
Oltre al patrocinio e al sostegno del Comune di Milano e al patrocinio di Expo 2015, i partner istituzionali di MDFF 2014 sono: Accademia di architettura – Università della Svizzera Italiana, ADI – Associazione Disegno Industriale, Accademia di Brera, Anteo spazioCinema, Archivio Pietro Lingeri, Archiworld Channel, Beijing Design Week, Brera Design District, Centro Sperimentale di Cinematografia – Sede Lombardia, Design Library, DesignOnscreen, Domus Academy, Feltrinelli Real Cinema, Fondazione Franco Albini, Fondazione Vico Magistretti, Fondazione Promozione Acciaio, IED – Istituto Europeo di Design, Istituto Italiano di Cultura a Parigi, MAXXI Architettura di Roma, Mediateca Multimediale Interattiva Santa Teresa, NABA – Nuova Accademia di Belle Arti Milano, Ordine degli Architetti, P.P.C. della Provincia di Milano, Politecnico di Milano – Scuola del Design, SAE Institute Milano, Scuola Politecnica di Design, Sky Arte, Studio Legale – D&P Legal Support for Ideas, Ultrafragola.