Drop di Emo design premiato al Red Dot Design Award 2014

Pubblicato il 19 aprile 2014 Di

La lampada Drop disegnata dallo studio Emo design per l’azienda polacca Rosa si è aggiudicata il premio internazionale Red Dot Design Award 2014, che sarà conferito il 7 luglio prossimo ad Essen in Germania.

Il progetto dello studio italo-polacco è stato selezionato tra i 4.815 progetti di designer, architetti e aziende provenienti da 53 nazioni che sono stati sottoposti a una giuria di 40 esperti di design, riconosciuti a livello internazionale. Il Red Dot ogni anno conferisce un premio ai migliori progetti di design che si sono distinti per gli elevati standard qualitativi e per le nuove tecnologie introdotte a livello formale, tecnico e meccanico.

La lampada per l’arredo urbano Drop è stata disegnata con l’intento di trasferire i valori di Rosa in un prodotto simbolico, che potesse essere posizionato nelle città del nord e dell’est Europa, principali mercati dell’azienda. Eco-friendly, in quanto dotata di illuminazione a LED (i moduli sono prodotti internamente all’azienda) e prodotta in alluminio riciclabile al 100%, Drop è una lampada dal design innovativo ma iconico che riprende la forma di una goccia. Inoltre grazie al processo di anodizzazione dell’alluminio è disponibile in ben 12 colorazioni differenti, offrendo un’ampia personalizzazione al cliente finale.

Quest’oggetto è frutto della collaborazione tra Emo design e l’azienda Rosa, che rappresenta oggi uno dei maggiori player europei nell’anodizzazione dell’alluminio e da qualche anno ha creato una business unit dedicata alla produzione e alla commercializzazione di corpi illuminanti per l’arredo urbano. Quella tra Emo design e Rosa è una partnership iniziata nel 2013 grazie al processo di internazionalizzazione dello studio di industrial design verso la Polonia, paese natale di Lukasz Bertoli, uno dei due soci partner. “Questo rappresenta il primo premio vinto con un’azienda Polacca e ciò mi rende molto orgoglioso anche per il legame con questo paese. Lavorare con la Polonia e con Rosa in particolare è molto stimolante, soprattutto perché sono molto ricettivi ed estremamente veloci nelle fasi di sviluppo. Questo progetto è nato ed è stato lanciato nel mercato in meno di un anno!” spiega Lukasz Bertoli.