FORTUNY A PARIGI.

Pubblicato il 23 luglio 2013 Di

A Parigi Fortuny è una istituzione.
Oggi, l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi ospita all’interno dei propri locali i tessuti del prestigioso marchio.
La collaborazione con Fortuny nasce da Rinnovare è un’impresa, progetto di rinnovo dell’Hôtel de Galliffet -sede dell’IIC- che vede coinvolte eccellenze italiane come Zanotta, Bitossi Home, Lema, Viabizzuno -per citarne solo alcune- nella riqualificazione dei locali dell’istituzione che, per eccellenza, porta nel mondo la cultura italiana.
Un’operazione di interior design che conserva il passato, esaltandolo e introducendo nuovi elementi di decoro che rendono uno degli Hotel particulier più belli di Parigi, ancora più suggestivo.
Così, il direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Parigi, Marina Valensise, ha scelto insieme all’azienda Fortuny i tessuti Orsini per il rivestimento delle ottantotto sedute della Sala degli Specchi e Malmaison per gli imbottiti dello studiolo che fu di Talleyrand, oggi ufficio del direttore.


A rendere omaggio alla cultura italiana nel mondo, che è anche unione di antiche tradizioni e industria, Fortuny dà il proprio contributo, donando all’Istituto Italiano di Cultura a Parigi i tessuti che furono disegno di Mariano Fortuny -che alla sua epoca visse proprio nei pressi dove oggi è sede l’IIC- e che oggi sono ancora prodotti nell’isola venezianadella Giudecca con le tecniche e con gli stessi macchinari costruiti dal grande Maestro.