Globo Downtown

Pubblicato il 16 ottobre 2012 Di

Ci siamo lasciati in primavera a Milano con l’evento Globo Downtown che ha coinciso con l’inaugurazione del nuovo showroom polivalente di Corso Monforte.
Ci ritroviamo in autunno a Bologna con Globo Download, il progetto nato dalla volontà di Globo di offrire ai giornalisti un supporto nuovo, dinamico ma soprattutto interattivo.
In collaborazione con l’agenzia tac comunic@zione, l’Ufficio marketing dell’Azienda ha ideato un press point dedicato alla stampa per far conoscere nel dettaglio i contenuti di design sui quali l’azienda investe con tenicia ogni giorno.
Globo Download è un vero e proprio totem della comunicazione, uno strumento progettato per entrare rafforzare la rete di relazioni umane e professionali nella quale svolgono un ruolo fondamentale i giornalisti che hanno contribuito nel tempo al successo dell’azienda.
Lo staff di tac comunic@zione, supportato dal team Globo, è a disposizione dei media italiani ed esteri, per guidare il giornalista nella selezione delle immagini attraverso il sistema del touch screen. Con un semplice tocco dello schermo sarà possibile salvare le immagini e i testi preferiti o comunque più adatti alle esigenze del singolo mezzo.
I giornalisti potranno salvare sulla chiavetta tutto o parte del dossier stampa dell’autunno 2012 Globo composto da:
– Affetto by Luca Nichetto
– Genesis by Creative Lab +
– News 2012 by Creative Lab +
– Olivia by Giulio Iacchetti
Ma non è tutto. Globo va in scena sempre a Bologna sotto il “cappello” artistico del versatile Giulio Iacchetti e con il progetto di allestimento curato da Benaglia + Orefice Studio sviluppato su 400 mq, un’ intera isola nel padiglione 32.

Parole chiave: industriale, ecologico, componibile, inaspettato, emozionale. Sensorialità tattile. Una struttura pensata per essere “scoperta”, realizzata con quinte teatrali che svelano quattro isole nelle quali sono presentate le singole collezioni di design.
I materiali naturalmente industriali e grezzi, rimangono volutamente a vista, creando un percorso dietro le quinte, che sottolinea la nuova filosofia progettuale di Globo: It’s Design Time! Non solo forma estetica, ma lavoro concreto.
Così dall’esterno si vede soltanto il legno delle quinte e i plinti di cemento a far da contrappeso, mentre all’interno si aprono delle ambientazioni allestite con particolari mood che riprendono la nuova immagine Globo: oniriche, surreali, evocative, eleganti, leggere e ironiche.
Tutti i materiali usati, anche per le ambientazioni sono di provenienza industriale e di recupero: vengono rivisitati i classici materiali “poveri” e “sporchi” dell’edilizia che inaspettatamente diventano i rivestimenti delle pareti. Il cartongesso viene lasciato grezzo senza alcuna finitura, nella sua essenza; i pannelli di sughero per isolamento termico sono usati per le pareti, così come i pannelli in fibra di legno isolanti; poi cemento, lamiera industriale stirata, multistrato naturale di pioppo… al centro dello stand una piazza virtuale con degli ironici cartelli, ad indicare le “vie“di Globo.
La struttura dell’intero stand è modulare e leggera, progettata appositamente per poter essere smontata e ricomposta con estrema flessibilità, senza spreco di materiali e costi, seguendo una filosofia di progettazione etica ed ecologica che caratterizza il lavoro dello Studio B+O.
Oggi i progetti e le sfide future sono strettamente connessi ad un consolidamento dei rapporti e servizi alla clientela, e ciò richiede investimenti continui in comunicazione e strumenti che consentano alle aziende, piccole o grandi che siano, di dialogare facilmente e in modo corretto con i propri interlocutori.
Perché in comunicazione, in special modo sui social, non basta esserci, bisogna crederci davvero. E’ per questo motivo che Globo ha investito recentemente nella realizzazione di un profilo dedicato su Facebook, una pagina che riporta curiosità, anticipazioni e novità in tema di arte, design e arredo.