IL DESIGN AUSTRIACO TORNA A MILANO DURANTE LA DESIGN WEEK DALL’ 8 AL 13 APRILE 2014 CON IL CONCETTO CREATIVO “CONFESSION OF DESIGN”

Pubblicato il 25 marzo 2014 Di

 L’iniziativa è promossa e organizzata da ADVANTAGE AUSTRIA con il supporto di go international, il progetto di internazionalizzazione nato su iniziativa di WKO (Camera Federale dell’Economia Austriaca), di BMWFJ (Ministro Federale dell’Economia, della Famiglia e della Gioventù) e dell’Associazione Austriaca del Mobile a sostegno dell’industria austriaca del mobile espressione di qualità e innovazione.

Il crescente interesse verso il Design Austriaco

“Sono lieto di annunciare che anche quest’anno saremo presenti a Milano con la nostra esposizione in concomitanza con il Salone del Mobile. Nelle quattro edizioni passate, abbiamo ottenuto riscontri molto positivi da parte del mondo del design internazionale e confermo che c’è un grande interesse verso l’industria del mobile austriaco. Siamo focalizzati nel sostenere il design austriaco a livello mondiale, oltre all’esposizione a Milano, abbiamo in programma, nel 2014 presentazioni a Montreal, Città del Capo, Tel Aviv e Hong Kong “ ha dichiarato Walter Koren, Responsabile di ADVANTAGE AUSTRIA.

 Milano – Il cuore indiscusso dell’Industria del Mobile e del Design

Il Salone Internazionale del Mobile, punto di riferimento a livello mondiale per il settore arredo e design, attira a Milano oltre 300.000 tra operatori del settore e visitatori. “Il Salone e il Fuorisalone di Aprile sono ‘il fiore all’occhiello’ nel calendario internazionale e ogni anno riescono a sorprendere i visitatori sia per i nuovi trends, sia per le cifre relative all’esportazioni del settore a livello internazionale, fattori che per l’economia italiana sono molto importanti” ha dichiarato il Dr. Michael Berger, Console Commerciale d’Austria a Milano.

Mobili di Design Austriaco: un’immagine internazionale

I mobili austriaci godono di un’ottima reputazione sia in patria che all’estero. Il marchio “Made in Austria” dell’industria del mobile austriaco, con i suoi 47 produttori e 6.700 lavoratori, è espressione di altissima qualità, tradizione artigianale coniugata con le più sofisticate e avanzate tecniche di precisione, responsabilità ambientale design; tutti fattori che nascono dalla vena artistica austriaca. “Nel mese di Aprile, l’industria del Design Internazionale sposta la propria attenzione a Milano, ed è proprio lì che noi vogliamo posizionarci “ ha dichiarato Thomas Bene, Vicepresidente dell’ Associazione Austriaca del Mobile. “La presentazione collettiva CONFESSION OF DESIGN offre un’opportunità unica di attirare l’attenzione internazionale sulle competenze artigianali delle nostre aziende e soprattutto di sviluppare nuovi mercati. Il Design è il nostro cavallo di battaglia per ottenere una maggiore competitività e favorire l’export.” Durante l’esposizione milanese le aziende associate come ADA, Bene, BRAUN Lockenhaus, CONFORM, Haapo, JOKA, TEAM7, VITEO, Wiesner-Hager e Wittman presenteranno i loro progetti per la casa, l’ufficio e l’esterno.

Design Contemporaneo austriaco alla Rotonda della Besana

Per quanto riguarda la location, la scelta è caduta ancora una volta su una posizione fuori dal tipico circuito di design, ma non per questo meno degna di nota. Si tratta del MUBA, Museo dei Bambini, recentemente inaugurato all’interno della suggestiva Rotonda della Besana.

Invitare i bambini a progettare

La scelta di organizzare un’esposizione all’interno del museo dedicato ai bambini è avvenuta in sinergia e nel pieno rispetto della struttura esistente; per questo, durante l’evento, verranno organizzati laboratori dedicati ai più piccoli in collaborazione con MUBA e con i designer austriaci. Ad esempio, Wolfgang List e Maik Perfahl dello Studio di Design Viennese mostlikely, insieme ai bambini, creeranno lampade in carta, e la giovane Designer Zitta Schnitt insegnerà ai piccoli ospiti come creare degli utili portamonete riciclando bottiglie di plastica.

 

CONFESSION OF DESIGN

L’atmosfera particolare della Rotonda della Besana ha decisamente colpito gli architetti Andreas Klug e Michael Vasku, incaricati quest’anno di sviluppare il concept creativo dell’esposizione. La loro idea nasce dal desiderio di rispettare, salvaguardare e utilizzare l’atmosfera “sacrale” della location, permettendo così ai 61 espositori coinvolti nel progetto, di garantire l’integrazione tra la struttura esistente e il percorso espositivo.

Lo spazio della location verrà suddiviso fra gli espositori di arredamento, illuminazione e arredo tavola. Con il concetto CONFESSION OF DESIGN, gli architetti intendono anche riunire la tradizione storica austriaca con i prodotti dei giovani designer contemporanei.

Infatti, tradizione e innovazione sono aspetti che caratterizzano da sempre il design austriaco. Josef Hoffmann e Koloman Moser hanno fondato insieme all’industriale Fritz Waerndorfer l’azienda Wiener Werkstaette con l’obiettivo di rinnovare il concetto di arte nell’ambito dell’artigianato. In numerosi Atelier indipendenti furono progettati mobili, utensili, tessili, ceramiche e gioielli. Dallo spirito innovativo e dall’esperienza lavorativa all’interno di questa azienda, all’inizio del 20° secolo nacquero numerose imprese famigliari come per esempio Augarten, Backhausen, Lobmeyr o Wittman, che svilupparono successivamente proprie linee di prodotto. La storia del Design Austriaco nasce proprio con il loro impegno, con la loro visione futuristica e con la scelta di lavorare fin da subito con architetti e designer.

Queste aziende possiedono nel loro archivio storico numerosi prodotti che sono oggi sinonimo di valore e tradizione, concetti che possono essere tramandati di generazione in generazione. Altre aziende, più recenti, si ispirano a questi valori tradizionali per trovare spunti innovativi e, di conseguenza, crescere.

“CONFESSION OF DESIGN è l’espressione del nostro impegno di offrire ai “nuovi” un palcoscenico attraverso il quale rappresentare il legame tra la tradizione e la storicità del design austriaco “; con queste parole Andreas Klug e Michael Vasku hanno descritto il loro approccio creativo alla mostra collettiva di quest’anno.

Vasku&Klug sono attivi nel campo dell’architettura e del design. Le loro attività principali includono la progettazione e l’allestimento di mostre. Lo studio ha attirato l’attenzione internazionale con le mostre “Bite Me Milano” allestita nell’ambito del Fuorisalone lo scorso anno,“Whats for breakfast?”, Tiflis 2013, oppure “The Wishing Table”, allestita all’interno del MAK di Vienna nel 2012, poi alla Design Week di Sofia nel 2013, così come nella Pinacoteca di Monaco sempre nel 2013 e al Lodz Design Festival 2013.

www.vasku-klug.com