Kangeri Nomadic Radiator

Pubblicato il 28 giugno 2014 Di

Kangeri Nomadic Radiator, frutto di svariati anni di ricerca e sviluppo, è un radiatore portatile, progettato da Satyendra Pakhalé con Tubes Radiatori per riscaldare lo spazio immediatamente intorno a sé. È una risposta in linea con le strategie di risparmio energetico ma decisamente alternativa a quelle più attuali.

Il nucleo interno, cuore scaldante di Kangeri, è costruito interamente in alluminio riciclato.
Nella parte superiore del radiatore è posizionata la maniglia, finemente lavorata a mano in legno di quercia, che permette con facilità lo spostamento del radiatore.
Kangeri Nomadic Radiator può essere spostato liberamente tra le mura domestiche o in ufficio, creando nelle sue vicinanze una zona riscaldata. In molti casi, infatti, non è necessario scaldare l’intera casa, ma solo un ridotto spazio, domestico o lavorativo, vicino a sé. Kangeri Nomadic Radiator sopperisce a questo bisogno in maniera innovativa. È da considerarsi come una nuova tipologia di radiatore che con le sue caratteristiche sensoriali diventa una sorta di compagno personale di chi lo usa.
Il nome ‘Kangeri Nomadic Radiator’ si riferisce culturalmente agli scaldini personali (chiamati appunto ‘Kanger’) usati per secoli dai nomadi dell’India settentrionale. Un Kanger è un recipiente contenente braci, usato dai popoli originari dalla regione del Kashmir, che lo portano sotto le vesti tradizionali per mantenere caldo il corpo. È un oggetto di grande importanza culturale per la relazione speciale che esiste tra un Kashmiri e il suo Kanger e viene spesso considerato come un’opera d’arte. Esiste un leggenda per cui il Kanger sarebbe originario dall’Italia ed avrebbe successivamente raggiunto il Kashmir: per onorare questo legame culturale
è stato scelto il nome “Kangeri”.

Satyendra Pakhalé ha ideato un prodotto non solo pratico da utilizzare come radiatore personale ma che evoca anche significati simbolici e qualità sensoriali che migliorano le relazioni intrinseche con gli oggetti che ci circondano.