L’antifurto con stile: come non deturpare l’arredamento

Pubblicato il 6 febbraio 2017 Di

Voce del verbo “arredare”. Gli amanti e i professionisti del design fanno uso costante di questa parola e di tutte quelle ad essa correlate, fantasticando su nuovi stili, nuovi mobili, nuovi rivestimenti con occhi sognanti e voglia di creare.

Il bello dell’arte di arredare non sta solo nella creatività che scatena negli appassionati del settore, ma soprattutto nel significato stesso della parola, contenente la vera essenza del termine. “Arredare” deriva infatti dal gotico “ga-redan”, il cui senso è “avere cura”.

Quando si arreda una casa o un ambiente di lavoro per noi o per gli altri, lo spirito che ci guida nell’impresa è proprio la voglia di regalare calore a un luogo, renderlo speciale, personale, adatto all’attività che sta per ospitare. Nulla è più cupo e triste dei siti senza proprietario, dei posti abbandonati. Ci avete mai pensato?

La cura di un ambiente, tuttavia, risiede anche nella sicurezza dello stesso. Questo non significa solo non lasciare oggetti contundenti in giro, ovviamente, ma anche munire le proprietà di sistemi di sicurezza.

Bisogna ammettere, però, che spesso fa soffrire l’idea di installare un allarme pieno di fili o un terribile pannello su pareti arredate con tanto amore. L’attenzione meticolosa per il dettaglio rende facilmente insofferenti nei confronti di accessori indesiderati, che sembrano deturpare l’arredamento.

Per fortuna, però, gli antifurti per la casa oggi sono discreti e non danno molto nell’occhio grazie all’introduzione nel mercato degli allarmi wireless, ovvero senza fili.

casa verisure2

Possiamo allontanare dalla mente l’idea di avere fastidiosi cavi tra i piedi o di dover distruggere la casa con noiose e costose opere murarie.

Ma soprattutto possiamo rallegrarci del delicato design degli apparecchi di ultima generazione. Le forme solitamente sono morbide, tondeggianti e caratterizzate da colori tenui, che si adattano a ogni ambiente.

Per una cura dei nostri ambienti a tutto tondo, quindi, da adesso possiamo fare in modo che l’arredamento lasci spazio anche alla sicurezza. L’incolumità viene prima di un mobile all’ultima moda!