L’architetto e designer Riccardo Blumer a Cersaie 2014

Pubblicato il 27 settembre 2014 Di

Erano presenti anche gli studenti sul palco dell’Europauditorium di BolognaFiere venerdì 26 settembre 2014 insieme all’architetto e designer Riccardo Blumer in occasione della Lezione alla rovescia: un’ora e mezza di esperimenti fatti insieme agli studenti, per far capir loro che nella vita “è necessario capire in modo fisico, reale, tangibile ciò che studiamo, ciò che leggiamo, ciò che ci insegnano” ha detto Blumer. Nel corso dell’incontro Riccardo Blumer ha fatto salire sul palco alcuni studenti che hanno potuto sperimentare le modalità di percezione visiva di certi animali, quanto peso può sopportare un guscio d’uovo prima di rompersi, il peso reale di venti chilogrammi e tanti altri piccoli espedienti con cui si è continuamente a contatto nella vita quotidiana, ma dei quali spesso non ci si fa caso come il peso dell’aria e le frequenze dei suoni.

Un’esperienza davvero fisica quella che Blumer ha voluto trasmettere a tutti coloro che erano in sala: gli Esercizi Fisici di Architettura e di Design, fanno parte di un metodo da lui elaborato che pone come fondamentale per il procedimento l’approfondimento delle grandi tematiche dell’architettura in rapporto all’evoluzione dell’uomo attraverso l’elaborazione di esercizi a carattere costruttivo e performativo in scala reale. Un metodo pensato apposta per gli studenti, che hanno l’opportunità con la sua guida di mettere in pratica tante nozioni imparate a memoria ma mai viste all’opera e soprattutto di esportarle attraverso numerose dimostrazioni pratiche che ha compiuto con le sue classi nel centro di Lugano, di cui ha mostrato alcuni video.

Riccardo Blumer, cittadino svizzero nato a Bergamo, compie i suoi studi di architettura al Politecnico di Milano, dove si laurea nel 1982. Dal 1983 al 1988 lavora presso lo studio dell’architetto Mario Botta a Lugano. Da allora svolge la sua attività di architetto e designer progettando interni pubblici e privati tra cui quelli del Teatro alla Scala di Milano e allestimenti per esposizioni alla Triennale di Milano e al Musée du Président Jacques Chirac.

Nel 1997 vince il premio Design Presi Schweiz e nel 1998 il Compasso d’Oro. Blumer non è solo architetto ma anche autore di numerosi prodotti di design fra le sue sedie ‘laleggera’ per Alias e Entronauta per Desalto, inserite nel 2010 nella collezione permanente del MoMa di New York.