McDonald’s sceglie Alias

Pubblicato il 6 settembre 2013 Di

Il colosso americano McDonald’s sceglie Alias, storico marchio italiano del design, per arredare i dehors deisuoi fast food in tutto il mondo. L’obiettivo è quello di disegnare, ingegnerizzare e realizzare ad hoc un sistema di arredi modulari chiavi in mano, curandone anche l’installazione.
Una sfida che l’azienda di Grumello del Monte ha affrontato con grande entusiasmo, insieme all’affermato designer francese Patrick Norguet, con il quale ha consolidatoda tempo una proficua collaborazione.

La collaborazione con McDonald’s rappresenta per Alias una conferma di come l’azienda rappresenti un autorevole punto di riferimento internazionale per il contract, grazie al suo patrimonio di conoscenze tecnologiche, sapienza industriale e design innovativo.
Un saper fare consolidato in oltre 30 anni di storia, che trova la sua piena espressione nel progetto sviluppato per McDonald’s.
Come in tutta la sua produzione, anche in questo progetto Alias esprime una grande attenzione per il fruitore finale. Fare design, per l’azienda, significa lavorare sull’equilibrio tra forma e funzione per dare vita a prodotti che sanno entrare realmente in comunicazione con chi li utilizza. È grazie a questa etica progettuale che Alias riesce da sempre a creare prototipi di innovazione che oltrepassano mode, tendenze e convenzioni.
Essere portavoce del made in Italy vuol dire dedicare risorse sul versante della qualità del progetto, ma anche della qualità del prodotto, con un accurato sviluppo e ingegnerizzazione di ogni fase industriale, e della qualità del servizio, assicurando precisione nei tempi di consegna e installazione.
Ciò che conta, nel mondo Alias è il valore delle persone, che investono nel loro lavoro passione, intelligenza e idee e riescono, così, a creare prodotti che portano valore nella vita di altre persone.
“Lavorando in perfetta sintonia con il team di McDonald’s e quello dello Studio di Patrick Norguet, siamo riusciti nell’intento di interpretare al meglio l’idea di entrambi: creare uno spazio outdoor personale, conviviale, di qualità. Un luogo dove anche una breve pausa diventa un momento distensivo. La plastica eleganza e la purezza formale di ogni complemento, peculiarità dello stile del designer, sono esaltate dalla forza e semplicità dei materiali sapientemente lavorati da Alias” dichiara il Presidente e Architetto Renato Stauffacher.


Il risultato è un sistema modulare di arredi aperto a molteplici, possibili configurazioni, sempre coerenti, dove si alternano piccole isole di verde, paraventi, tavoli di varie dimensioni, sedute ergonomiche e confortevoli: 18 diversi elementi, studiati da Alias sulla base della sua lunga esperienza in arredi outdoor residenziali e collettivi, per offrire prestazioni di massima resistenza, durata nel tempo e semplicità di manutenzione.