MILANO DESIGN FILM FESTIVAL A PARIGI, ROMA, VENEZIA E PECHINO.

Pubblicato il 18 giugno 2014 Di

Con una selezione di 36 pellicole MDFF il 19 giugno inizia la prima stagione estiva itinerante, che si concluderà a fine settembre. Le tappe: Istituto Italiano di Cultura a Parigi, MAXXI di Roma, Università IUAV di Venezia e Beijing Design Week a Pechino. Ogni sede avrà un programma diverso con una scelta di film dedicati, in linea con l’identità mediatica e didattica di MDFF.
Come negli intenti delle fondatrici e curatrici Antonella Dedini e Silvia Robertazzi, Milano Design Film Festival si afferma come piattaforma multicanale dedicata alla divulgazione del design, del progetto e della creatività. Lo conferma la richiesta da parte delle istituzioni ospiti di creare programmi ad hoc che completino i singoli palinsesti culturali, che ampliano così il calendario dell’edizione autunnale di MDFF a Milano (Anteo spazioCinema, 9/12 ottobre 2014). Come per la passata edizione, per ogni tappa – dove è stato possibile – alla scelta delle pellicole è affiancato un momento di Question&Answer, con ospiti autorevoli.
Carlo Scarpa, Piero Fornasetti, Michele De Lucchi e Ron Gilad sono i protagonisti dei documentari della serata del 19 giugno all’Istituto Italiano di Cultura a Parigi. Le quattro personalità sono espressione della creatività italiana nel mondo in epoche e ambiti diversi, accomunate dal tema La forza del carattere. Sono quattro esempi distinti di unicità: la capacità di attraversare i confini della creatività senza timore, la maestria di saper tradurre in oggetti o architetture le proprie visioni.
Nell’ambito dei workshop internazionali W.A.V.E. 2014, a partire dal primo luglio, in sei serate fino al 15 luglio, MDFF porta all’Università IUAV di Venezia, una rassegna di otto film per Raccontare l’architettura. Un breve viaggio attraverso una selezione di pellicole recenti che dimostra come la produzione di video-documentari stia innovando la propria espressione, per adeguarsi a una
comunicazione più immediata, empatica e di forte impatto emotivo. Gli edifici, le metropoli, i piani urbanistici sono proposti con nuove narrative. Non si parla soltanto di opere, ma si affrontano anche i problemi sociali molto vicini al grande pubblico.
A Roma, nella piazza del MAXXI (il 2, 9 e 16 luglio): Esempi di peso. Per le serate all’aperto, tre biografie (Ron Gilad, Charles & Ray Eames, Carlo Scarpa) e una particolare lettura dell’Italia (Unfinished Italy di Benoit Felici), attraverso le opere pubbliche rimaste incompiute. Questa selezione è per una platea di cultori del settore e non, quattro film completamente diversi che esprimono altrettanti modi di lasciare un segno, fra storie felici e ferite non ancora curate.
La tappa del 10 luglio è all’Auditorium di Pianello Val Tidone nel piacentino, nell’ambito di C.Ar.D Festival d’arte e design, con Contemporary Days: storie di grande fascino (Ron Gilad, Charles & Ray Eames) e la partecipazione dello stesso designer israeliano.

La vita nei segni, è l’omaggio per la maratona notturna di Demanio Marittimo Km 278 (spiaggia di Marzocca di Senigallia 19 e 20 luglio) che MDFF dedica a Massimo Vignelli, recentemente scomparso.
L’anteprima speciale di Design is one. Lella e Massimo Vignelli – il film sarà proiettato a Milano durante la seconda edizione – vuole ricordare una coppia centrale della storia italiana e internazionale della grafica, del design e dell’architettura.
Il percorso proseguirà a settembre in Cina con un articolato programma per la Beijin Design Week.