MURANO LUXURY GLASS : presenza in grande stile a Maison&Objet di Parigi

Pubblicato il 6 febbraio 2014 Di

Murano Luxury Glass, azienda leader nel segmento del lusso, parteciperà a Maison&Objet, uno degli eventi di riferimento nell’industria dell’arredamento d’interni, che si terrà dal 24 al 28 gennaio, presso i padiglioni del complesso fieristico Villepinte di Parigi.

Lo stand di Murano Luxury Glass, completamente progettato dallo studio Rotella di Milano, si suddividerà in tre differenti spazi. Un’area sarà dedicata ad Armani/Casa, in cui verrà riproposta l’intera collezione, un secondo spazio conterrà le ultime novità per Roberto Cavalli Home, e una terza e ultima parte dello stand ospiterà tutte le più recenti novità a marchio MLG: dagli oggetti-scultura Happy Family, alla nuovissima linea di corpi illuminanti PolyStars, fino al particolare vaso The Secret of Venice.

 

La linea di oggetti-scultura Happy Family

 

Charles l’Orsacchiotto e Connie il Coniglio sono i due oggetti disegnati da Fabio Rotella, Direttore Creativo di MLG. Realizzati completamente a mano nelle fornaci di Murano e proposti in una serie limitata, sono impreziositi da accessori come la base – una piattina su cui poggia l’oggetto – realizzata in ottone inciso, e un collare cesellato a bulino in oro con decoro inciso a mano e intarsiato con pietre preziose, lavoro artigianale ad opera dell’orefice Daniele Cazzola.

 

Gli oggetti possono essere ordinati in diverse finiture. In particolare il piccolo collare, vero e proprio gioiello, può essere realizzato in diverse versioni. Dalla più semplice, realizzata in oro e incisa a mano, ad altri modelli arricchiti da dettagli più preziosi, fino ad arrivare a una versione “super lusso” con incastonati 12 diamanti.

 

“Si tratta di oggetti-scultura, feticci da desiderare, collezionare, coccolare, figli della cultura animalier del vetro di Murano – spiega Fabio Rotella – L’intento è quello di realizzare un oggetto esclusivo riferito al mondo del lusso, punto di riferimento di Murano Luxury Glass. In questo senso l’orsacchiotto e il coniglietto sono due icone rassicuranti, impreziosite dal lavoro artigianale, chiaro esempio del saper fare Italiano”.

 

 

La nuova linea di corpi illuminanti PolyStars

 

Una famiglia di prodotti artigianali che fanno riferimento al mercato dell’arredamento di lusso. Sofisticati e dalla forte identità, si lasciano osservare come sculture luminose funzionali.

 

La collezione PolyStars è composta da un sistema di corpi illuminanti che comprendono il lampadario a otto luci Agata, la lampada da tavolo a due luci Esmeralda, il lampadario a sospensione Diamantea con illuminazione indiretta tramite faretti, la piantana a una luceGiada, l’abat-jour a una luce Petra e l’applique a una luce Chiaraluna, oltre a dei complementi d’arredo: vaso Dorotea e portacandelaThea. Per tutti questi oggetti, la forza generatrice è una forma poliedrica in vetro soffiato di varie grandezze che, impiegata come elemento compositivo, delinea diverse forme e funzioni.

 

La linea PolyStars vuole dare un forte segno di continuità con la cultura storica del vetro di Murano, grazie alla creazione di tutti gli elementi in vetro soffiato, con finiture eseguite completamente a mano. La forma moderna e le finiture sofisticate rendono questi oggetti particolarmente adatti ai mercati maturi e particolarmente sensibili a un senso del lusso di alta qualità.

 

The Secret of Venice

 

Il vaso The Secret of Venice è una scultura-contenitore ricca di metafore e riferimenti. Nella sua riconoscibile forma di maschera veneziana, impreziosita nella parte superiore da un elemento decorativo, si fa notare un’incisione a mano che gli dona un’aura di mistero.

 

“Sono sempre stato affascinato dal periodo in cui l’isola di Murano era un luogo secretato, dove gli addetti alle fornaci detenevano l’antica sapienza della formula del vetro – racconta Fabio Rotella – Venezia è storicamente un luogo misterioso, pieno di intrighi, dove il carnevale rappresenta tutta la sua cultura onirica: da qui l’idea di disegnare una forma metaforica dedicata ai segreti di questa città”.