NOMOS

Pubblicato il 3 ottobre 2014 Di

Il tavolo Nomos con la sua struttura concepita come un solido scheletro dall’estetica zoomorfica, come il sistema, è adattabile a molteplici tipologie d’uso, che indistintamente riguardano sia il mondo della casa sia quello del lavoro. L’immagine elevata e il design raffinato ne fanno uno dei prodotti più riconosciuti del design internazionale e della produzione Tecno.

Il tavolo Nomos si distingue dal sistema oltre che per la sezione del tubo, da 25 mm contro i 30 mm del secondo, anche per la sagoma inclinata delle basi e per le fusioni di supporto dei piani che sostituiscono le sottostrutture del sistema. Il piano nella versione in cristallo è poggiato su ventose mentre i top lignei sono avvitati ai supporti in alluminio.

Il tavolo Nomos permette di scegliere tra due diverse altezze, 72 cm e 65 cm, semplicemente montando i supporti con o senza distanziale.

Nel 2013, per celebrare il trentesimo anniversario della collaborazione tra Tecno e Foster, è stata prodotta un’edizione speciale del tavolo con nuove finiture come cemento, massello di noce canaletto, marmo nero marquina e cristallo fumè.