Non aprite quella porta

Pubblicato il 27 marzo 2013 Di

“Non aprite quella porta” potrebbe essere il grido di battaglia dell’arredatore moderno, che negli ultimi vent’anni ha seguito la scalata di quello che era un umile oggetto funzionale delle abitazioni verso posizioni di primissimo piano tra gli elementi che vanno a comporre un buon arredamento.

Oggi la porta è un oggetto che può essere talmente bello e intonato alla stanza, che può apparire un vero peccato tenerla aperta.

La tendenza moderna per le porte interne per appartamento è quella che privilegia le porte scorrevoli, una soluzione perfetta per le abitazioni urbane dalle metrature contenute.

Le porte che scorrono esternamente alla parete seguono un binario superiore, che ne permette lo spostamento lungo il muro, che naturalmente dovrà essere lasciato sgombro. Per sfruttare al massimo tutte le pareti di casa e utilizzarle per appoggiarvi dei mobili o appendervi quadri e fotografie, si dovranno utilizzare le porte a scorrimento interno, che scompaiono completamente all’interno del muro.

Se non si hanno particolari esigenze di spazio si potranno installare le tradizionali porte a battente, ma con materiali e colori nuovissimi, adatti a mettere in risalto la bellezza delle nuove forme. Il legno viene utilizzato con nuove tecniche e nuovi accostamenti, che ne traggono risultati molto eleganti e mai banali; il colore, soprattutto quello deciso, magari a contrasto con quello della parete, trasforma la porta in un forte elemento decorativo.

Tanto è l’entusiasmo per questa nuova superficie della casa con cui giocare e osare, che alcuni interior designer hanno perfino proposto delle porte rivestite di pelle ed ecopelle con motivi zebrati, leopardati, a squama di serpente…