PARIGI, GIOPAGANI PRESENTA LA NUOVA COLLEZIONE WALLPAPER 2014

Pubblicato il 4 febbraio 2014 Di

 Sono state presentate in anteprima a Parigi durante Maison&Objet, il salone francese dedicato al design internazionale, le nuove proposte che l’architetto GIOPAGANI ha ideato per la collezione di parati d’autore “Wallpaper 2014” realizzata per Wall&Decò.

La collezione 2014, firmata dall’architetto che la scorsa estate ha conquistato Harrods con il progetto per il Prestige Village di Porto Cervo, si distingue per le ispirazioni dal gusto bon ton degli anni ‘30, momento storico della tarda art nouveau dove convivevano ispirazioni floreali orientali ed etnico-geometriche. Creazioni – come commenta l’architetto GioPaganiin grado di ricreare ambienti dalla forte carica suggestiva, fortemente caratterizzata da segni grafici ammorbiditi da tonalità cromatiche senza tempo, per creare ambienti pervasi da una eleganza nostalgica.

IM002623_L_20140128_55132551

La gamma “Bon Ton”, dalle grafiche floreali rimanda a ispirazioni francesi di quegli anni fino a sfociare nelle ritmiche geometriche della secessione viennese che ritroviamo nelle pitture di Gustav Klimt, uno degli artisti che segnò quell’epoca.

IM002623_L_20140128_13255136

Le seduzioni orientali che avevano pervaso quegli anni ritrovano nella collezione temi forti che riportano la Cina all’interno dei pattern esaltando grafismi classici che si usavano nei decori degli intarsi o delle stampe.

Gli scatti che accompagnano la collezione sono stati realizzati dal fotografo Alessandro de Alberto seguendo un lavoro di sperimentazione voluto dall’architetto e sono frutto di un’attenta ricerca di styling coordinato con le grafiche della collezione.

La presenza di una donna da sempre caratterizza la proposta fotografica dei temi delle collezioni GIOPAGANI Wallpaper: “Avere una musa rende dinamico il design e lo contestualizza. Le mie – conclude GioPagani – sono figure ideali e contemporanee, che contribuiscono a plasmare l’ambiente, suggerendo chiavi di lettura dello spazio così come della mia arte grafica”.

IM002623_L_20140128_1325512