I prodotti dei giovani designer di O-cults, direttamente da Barcellona al Design Supermarket de la Rinascente di Milano

Pubblicato il 18 dicembre 2013 Di

Si chiama Marblelous, è disegnato dallo studio barcellonese Aparentment ed è il primo prodotto promosso dalla piattaforma O-cults e selezionato da la Rinascente per il Design Supermarket di Piazza Duomo, a Milano.

 

Marblelous, in vendita dalla seconda metà di novembre al Design Supermarket de la Rinascente, è un oggetto unico nel suo genere ed è stato progettato con una doppia funzione: specchio e porta tablet insieme. La base, realizzata in marmo di Carrara conferisce stabilità e può essere utilizzata per posizionare il tablet. La parte posteriore dello specchio è in metallo dorato e può essere collocato verticalmente o orizzontalmente. 

Con questa collaborazione, la Rinascente, da sempre icona di riferimento e di tendenze in fatto di design, ha voluto riconoscere e valorizzare il lavoro della piattaforma O-cults, dedicata a promuovere il lavoro dei giovani designer a livello internazionale.

“Si tratta di un segnale incoraggiante per i giovani che intraprendono la professione del product designer e spesso incontrano grandi ostacoli economici e organizzativi per farsi conoscere” dice Josep Vila Capdevila dello studio Aparentment.

marblelous_4_01-1

 

“Abbiamo deciso di concentrarci sulla creazione di nuove opportunità di business per gli studi affiliati” aggiunge Alex Bosch, uno dei fondatori di O-cults. “Perché crediamo che tra i nostri membri possano esserci i grandi nomi di domani e siamo convinti che la qualità di uno studio emergente possa essere altrettanto buona che quella di studi già affermati”.

La Rinascente, che ha “scoperto” O-cults e alcuni degli oggetti selezionati dalla piattaforma e presentati durante l’ultima design week di Milano, ha voluto offrire la propria prestigiosa vetrina al progetto Marblelous e ai suoi progettisti.

 

Dopo la Spagna, da qualche mese, la partecipazione a O-cults è aperta ai designer di tutto il mondo e si stanno registrando adesioni e grande interesse, soprattutto dai paesi emergenti come l’America Latina e l’Asia, la Cina e la Korea, al primo posto. L’Italia sarà il secondo polo di riferimento per O-cults, grazie anche alla partnership con Labóh, studio di consulenzae servizi nel settore design e architettura, con sede a Venezia e a Barcellona.