RINNOVARE È UN’IMPRESA!

Pubblicato il 19 giugno 2013 Di

Ci sono tanti modi per promuovere la cultura italiana. Quello che ha scelto l’Istituto Italiano di Cultura, a Parigi, per la festa della Musica nel giorno del solstizio d’estate, rende omaggio alle tante imprese italiane di eccellenza che -sposando in pieno i nuovi programmi dell’Istituto in nome della sinergia tra industria e cultura- hanno contribuito coi loro stessi prodotti al rinnovamento dell’Hôtel de Galliffet, la prestigiosa sede dell’Istituto Italiano di Cultura.
Così, il 21 giugno alle ore 17 una conferenza stampa presenterà i locali dell’Istituto Italiano di Cultura dopo i recenti lavori di restauro: la foresteria sulla rue de Grenelle, la segreteria di direzione, l’atrio, la nuova cucina destinata ai Corsi di italiano in cucina e il salone degli specchi. E celebrerà le aziende del made in Italy coinvolte nel generale rinnovamento, a cominciare da Beppe Cerutti, distributore dei più celebri marchi italiani in Francia.
Zanotta e Lema, infatti, hanno arredato la nuova foresteria e gli uffici della segreteria di direzione.
Viabizzuno ha illuminato le gallerie delle mostre, dopo il restyling dello studio stARTT, il salone del specchi e la nuova cucina. Modulnova ha realizzato -su progetto dell’architetto Tiziano Vudafieri- la nuova cucina destinata ai Corsi di italiano in cucina. Smeg ha contribuito con gli elettrodomestici per le cucine dei corsi e della nuova foresteria. Di Irinox l’abbattitore termico e l’apparecchio per le confezioni sottovuoto. Fortuny ha fornito i tessuti per le nuove tappezzerie dello studiolo -che fu di Talleyrand– che ospita oggi gli uffici della direzione, e per le sedie del salone degli specchi, oggi
sala delle conferenze dell’Istituto Italiano di Cultura.
Salvatori ha rivestito con i propri marmi il bagno e la cucina della foresteria; Colorobbia Italia ha prodotto i pannelli su misura in vetro al litio per il bagno.
Al rifornimento della cucina e dei suoi Corsi di italiano in cucina, Bitossi Home con piatti, bicchieri, posate; Coltelleria Berti con i coltelli e Bialetti con le pentole e i piccoli elettrodomestici.
Dopo la conferenza stampa, vi sarà l’inaugurazione del Graffito Murale realizzato dall’artista Giuseppe Caccavale e da due dei suoi allievi dell’Ecole nationale des arts décoratifs di Parigi, Clément Valette e Timothée Chalazonitis, con incisi i nomi delle aziende e dei benefattori che hanno sostenuto il progetto.
A seguire, Gianfranco Vissani -assistito dal cuoco dell’Ambasciata d’Italia, Alberto Manfredi- inaugurerà la cucina destinata ai Corsi di italiano in cucina grazie al contributo di numerose aziende dell’eccellenza eno-gastronomica italiana.
Infine, per festeggiare il solstizio d’Estate che in Francia è anche il giorno della festa della musica, nell’anno del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, quattro solisti dell’Accademia Teatro alla Scala -Alice Quintavalla, Letitia Vitelaru, Jeayoon Jung e Mikhail Kiria- accompagnati al pianoforte da Michele d’Elia, canteranno le arie più celebri del noto compositore.
È una bella occasione per federare le aziende italiane in nome della cultura italiana, in nome del made in Italy e dell’impresa creativa.