Roberta Licini realizza plaid e tappeti unici e ispirati alla bellezza dell’arte

Pubblicato il 31 maggio 2014 Di

Da un lato Colè Italian Design Label, con la sua vocazione altamente sperimentale. Dall’altro una serie di marchi che, come Colè, si muovono tra design, ricerca e alto artigianato. Nasce così Colè Gallery: nuovo modello di rete basata su consonanze di gusto e chiare affinità elettive.
Ma anche, e soprattutto, sulla condivisione di spazi, allestimenti, strategie di comunicazione e risorse. Sede italiana di questa nuova esperienza: lo showroom di Via Cesare da Sesto 11 angolo via San Calocero, a Milano. Che, già a partire dal Salone del Mobile, presenterà le novità di Colè Italian Design Label, Tato, Roberta Licini e Daniela Vismara, in un ideale percorso aperto, destinato ad arricchirsi, nel corso dell’anno, con il passaggio – anche temporaneo – di sempre nuove realtà. Il progetto è di Matteo De Ponti e Laura Macagno, fondatori di Colè Italian Design Label, con Francesca De Ponti, giornalista e strategic consultant per diverse aziende del settore design. “Quello che mi più mi ha colpito nell’ultimo periodo”, racconta Francesca, “è l’emergere di nuove realtà che muovono da un’autentica passione per tutto ciò che è fatto ad arte. E che, a dispetto della crisi, tornano ad investire sulla qualità delle idee, sulla scelta delle materie prime, sui processi di lavorazione che ci hanno resi famosi nel mondo. Penso ai mobili di Colè, ma anche alle coperte ad intarsio di Roberta Licini, ai gioielli lavorati a sbalzo di Daniela Vismara…”.
Gli allestimenti dello spazio saranno di Miki Astori. L’ufficio stampa Italia del circuito Colè Gallery è affidato ad ADP Comunicazione; quello estero a pix+txt communication.