RUSSIAN DESIGN PAVILION 2.0_ FDW 2013

Pubblicato il 13 giugno 2013 Di

Il 21 maggio in una delle piu’ prestigiose location toscane della Lungarno Collection, Hotels, Retreats & Villas  in collaborazione con le agenzie Creativirus project e Profi2profit, Florence Design Week, Saint – Petersburg Design Week e Moscow Design Week, le aziende AR.T.EX e VitrA, i marchi “Polugar” e “Russian Caviar House” è stato inaugurato il Secondo Padiglione del Design Russo a Firenze.

 

Hanno partecipato designer russi sia gia’ affermati che emergenti del calibro di: Dima Loginoff, Vladimir Ivanov, Andrey Dokuchaev, Maximovich Design, Maria Todorashko ed i design brands “Mateo” e “Woodi”.

Sono stati invitati al Padiglione come ospiti d’onore Igor Smirenny ed Andrey Melnikov.  Igor Smirenny, capo redattore della rivista dedicata a packaging «Tara i Upakovka» che ha presentato la collezione di rarissime ed antiche etichette russe per vodka del XIX – inizio del ХХ sec. (prima del 1913) offerte dall’archivio del Museo di Packaging di Mosca e da collezioni private che hanno sollecitato un certo interesse.

 

 

Andrey Melnikov, promotore del design ucraino, direttore delle fiera “InterBudExpo” (International Building Exhibition ) a Kiev ha esplicato dei progetti l’obbiettivo dei quali è promuovere il design ucraino e creare collaborazioni tra Ucraina ed aziende europee. Il pubblico italiano ha visitato sia lo showroom degli accessori d’arredo che quello dei mobili e della grafica ed ha avuto la possibilità di conoscere gli autori di persona che risiedevano presso Lungarno Suites e Gallery Hotel Art, il primo albergo del format «Luxury&Design» in Italia.

 

Durante tutta la settimana dell’evento i designers russi potevano presentare e raccontare i loro oggetti esposti ed il concept in generale a ciascun visitatore del padiglione. Nello showoom si sono anche svolti gli inotri del format B2B con la delegazione SIDA (Shenzhen Industrial Design Profession Association)  e le aziende locali.

Tutti gli spazi espositivi e la residenza dei designers si trovavano nello stesso ambiente, cosa che ha favorito una sorta di “quartiere temporaneo” della creatività russa in Firenze.

Il 19 maggio presso Palazzo Vecchio è stata organizzata la conferenza stampa del Festival Internazionale del Design alla quale hanno partecipato: il presidente di FDW Alessandro Pumpo, rappresentanti del Comune e della Provincia di Firenze, i curatori degli eventi di questa edizione, giornalisti locali e nazionali, artisti e designer. Anastasia Krylova, curatrice del Secondo Padiglione del Design Russo, ha presentato il progetto, i designers ed i partners. Questo ha sollecitato un forte interesse specialmente riguardo all’invito a Liquid Design Party  dove per la prima volta in Italia e’ stato presentato il leggendario “vino di pane” russo “Polugar” di segale classico realizzato con le ricette tradizionali  dei nobili del XVIII secolo e distillato in alambicchi di rame costruiti secondo i disegni storici. E’ stato servito in abbinamento con antipasti di caviale rosso prodotto da  «Russian Caviar House».

Il 20 maggio presso Palagio di Parte Guelfa c’è stata la cerimonia di apertura della IV edizione di Florence Design Weeк dove sono stati presentati tutti i partecipanti del Padiglione Russo.  Il focus era incentrato  sulla collaborazione culturale ed economica tra Firenze e le compagnie straniere dimostrato dalla presenza di ospiti ospiti provenienti da Spagna, Ungheria, Cina, Francia, Romania, USA etc.

Il 21 maggio presso Lungarno Collection è stato inaugurato il Secondo Padiglione del Design Russo a Firenze. L’unicità del progetto è stata confermata sia dalla quantità di visitatori che dal livello professionale del gruppo russo. Sono stati presentate in anteprima mondiale le nuove collezioni di porcellana «Petushki» ed i bicchieri da vodka «Scacchi» (Mateo Glass), «The Fifth Avenue» sofa (Dima Loginoff, AR.T.EX), la collezione dei mobili decorativi «Decorus» (Maria Todorashko, TODO), orologio “Inflect watch” (Andrey Dokuchaev) e la lampada «Tome» (Vladimir Ivanov).

La giusta scelta del concept della mostra da parte dei curatori e’ stata apprezzata: conservazione nel design moderno delle tradizioni ornamentali russe e dell’ arte applicata. Il 23 maggio in uno dei più famosi cocktail bar di Firenze, «Fusion», presso Lungarno Collection, si è svolto “Liquid Design Party” per celebrare l’aperura del secondo Padiglione del Design Russo.

Il format della manifestazione «Residence & Showroom» ha dimostrato la sua efficacia: nel corso della settimana del design i progettisti incontravano il pubblico, stabilivano i nuovi contatti, fissavano appuntamenti nel padiglione; in altre parole, dall’inizio dell’evento si è creato un ambiente dinamico ed allo stesso tempo lavorativo. E ‘ importante considerare il luogo (Lungarno Collection) dove si è svolto il Padiglione e l’alto livello dei presenti.

RDP si e’ inserito in modo armonico nell’atmosfera dello showroom di Lungarno Collection (appartenente a Ferragamo Group) che rappresenta un forte esempio dell’eleganza e della classe fiorentina.

www.russiandesignpavilion.com