Il sesto senso: l’amore per il bello

Pubblicato il 27 marzo 2014 Di

 

Milano, città del fare, diventa nell’atelier daniela de marchi, città del creare.

A pochi passi dal Duomo, in via dei Piatti 9, fuori dai comuni passaggi dello shopping milanese, un luogo di suggestione e lavoro dove vengono pensate e realizzate a mano collezioni di gioielli senza tempo.

Dettagli ricercati, oggetti curiosi, installazioni botaniche e una calda accoglienza caratterizzano lo spazio creativo daniela de marchi: un ambiente sofisticato e autentico che rispecchia la filosofia di una donna che ha fatto di una grande passione il suo lavoro.

Ed è proprio l’amore per il bello che accomuna Daniela de Marchi ed il designer Gianluca Pacchioni, entrambi affascinati dalla duttilità dei metalli utilizzati per realizzare i loro pezzi. 

Due art designer, due designer-artigiani che si sono incontrati quasi per caso ed hanno scoperto un’affinità elettiva per la ricerca ed il gusto del bello.

Gianluca Pacchioni, scultore e light designer, realizza pezzi unici o prodotti in serie limitata con materiale vecchio di secoli, prevalentemente ferro e acciaio, lavorati  in modo assolutamente nuovo con finiture sperimentali.

La vera particolarità delle sue sculture luminose sono i giochi di luce che producono, la trama del ferro riflette sul soffitto e sulle pareti splendidi effetti decorativi inserendosi perfettamente nell’atelier daniela de marchi.

Lo spazio palcoscenico, già pensato anche per poter ospitare e promuovere altri designer e artisti, sigilla così un connubio dei due artisti–artigiani per l’intera settimana del Fuorisalone.