lo street artist Millo e la perfomance site-specific per Tera al fuorisalone

Pubblicato il 2 aprile 2014 Di

Torri metropolitane, ciminiere di plastica, totem luccicanti dell’era industriale che vede Milano protagonista indiscussa. Per trasferire al pubblico degli addetti ai lavori, ma anche per coinvolgere i milanesi sempre più affezionati alla settimana del design, Tera propone la sua nuova collezione di arredi per interni ed esterni valorizzati nel loro spirito trasformista e contemporaneo dall’opera di un artista ormai conosciuto a livello internazionale. I vasi Tera compongono le quinte urbane su cui lo street artist Millo
interviene con una performance site-specific che avrà luogo presso il nuovo – che verrà inaugurato per l’occasione – CLUB DELL’ARCHITETTURA di piazzetta Brera dall’8 all’11 aprile. Durante i quattro giorni di azione artistica sarà possibile assistere all’evoluzione della performance. Le TERA TOWERS verranno poi presentate con un cocktail venerdì 11 aprile per dimostrare come l’azienda vicentina è in grado di mettersi al servizio della creatività di architetti e interior decorator alla ricerca di qualcosa di inedito per i loro progetti. Dallo schizzo al prodotto finito attraverso il know-how di un’azienda che lavora dagli anni ’60 un materiale moderno come il polietilene con una propensione inguaribile verso il disegno industriale.

Tera by Teraplast
Le nuove tendenze dell’abitare esplorano l’uso di nuovi materiali che esaltano e rendono possibile la ricerca di un nuovo linguaggio architettonico, dove il volume viene esplorato e definito e un nuovo comfort diventa possibile. La progettazione 3D, la prototipazione di oggetti complessi che prima d’ora era possibile realizzare solo a costi proibitivi può diventare così routine quotidiana.
Tera diventa così un nuovo punto di riferimento – 100% made in Italy – per realizzare arredi in&outdoor di qualità e per sviluppare progetti innovativi con le tecnologie di stampaggio ad iniezione e rotazionale. Grazie a Teraplast, una azienda nata nella metà
degli anni ’60 a Castelgomberto, in provincia di Vicenza, da sempre si è impegnata nella lavorazione di materiali plastici nelle loro diverse declinazioni, con un core business concentrato nella produzione di vasi in plastica.
Con il know-how assimilato in anni di successi, la nuova divisione Tera diventa un nuovo brand rivolto ad assolvere le esigenze del mondo del design e progetto di interni ed esterni, dove le materie plastiche e le lavorazioni assimilabili sono protagoniste. Tera
diventa così un partner per il progettista, in grado di collaborare nella risoluzione dei problemi di realizzazione dei diversi manufatti.

Punto di forza dell’azienda è essere parte del Gruppo Margraf, che con le sue aziende opera in vari settori, tra cui l’ingegnerizzazione e la costruzione degli stampi, con metodi che consentono la realizzazione di prototipi, modelli in scala e prodotti su misura, un
asset in grado di potenziare l’offerta dedicata ad architetti e designer.

Il progetto Tera mette a sistema la libertà d’espressione con le potenzialità trasversali e industriali del Gruppo e si propone come piattaforma di ricerca per lo sviluppo di progetti innovativi che siano per intero Made in Italy e senza interventi esterni. Ideazione,
ingegnerizzazione, sviluppo, creazione e produzione sono infatti tutti svolti all’interno del medesimo territorio produttivo