Una cascata di tonalità multicolori

Pubblicato il 4 febbraio 2014 Di

La disegnatrice Anne Lehmann ha creato per Normann Copenhagen una semplice serie di plaid in tonalità complementari. La serie si chiama Tint ed è composta di pura lana 100% agnello in sei splendide tonalità di colore.
Nella creazione del design, Anne Lehmann si è ispirata al modo nel quale l’incedere delle stagioni influenzi luci e colori Ha fatto tesoro della tecnica della tessitura per creare un design semplice ma moderno. Dopo la tessitura, la lana viene spazzolata, rendendo in questo modo il plaid Tint particolarmente morbido e caldo.
Il colore principale del plaid Tint viene ammorbidito dalle larghe strisce in diverse tonalità di colore. L’ispirazione per le scale di colori sono un evidente riferimento al fenomeno chiamato “ora blu”, quando la luce viaggia gradualmente attraverso tutta la gamma di colori del blu per poi stemperare nel nero notte. Oppure al tramonto, quando il cielo muta da teneri colori pastello ad un mare di fuoco di toni che giocano sul rosso.
Un plaid si può usare tutto l’anno. Quando la temperatura diventa più rigida, l’ideale è avvolgersi in un morbido plaid, quando invece il clima diventa più mite, porti il plaid con te per stenderti sull’erba e goderti i primi raggi di sole. Mi sono lasciata ispirare dal modo nel quale i colori cambiano all’improvviso, seguendo il riflesso della luce, creando così espressioni del tutto nuove. Come le stagioni, che si susseguono in continuazione, passando dal buio alla luce e dal giorno alla notte, anche i colori nella tessitura del plaid cambiano.” afferma Anne Lehmann.
Secondo il modo di ripiegare il plaid, la tonalità di colore cambierà, grazie alle larghe strisce presenti nel design. In questo modo Tint diventa un complemento e mette in risalto gli altri colori nell’abitazione, ad esempio cuscini, mobili ed accessori.