Urban and Domestic Landscapes

Pubblicato il 1 aprile 2014 Di

Urban and Domestic Landscapes è il titolo dell’installazione che Lea Ceramiche presenta in occasione della Milano Design Week 2014, negli spazi dello showroom di via Durini 3 a Milano. Due esposizioni, dislocate su due livelli, indagano sull’uso di linguaggi diversi del rivestimento ceramico e sulle possibili applicazioni in ambito architetturale e domestico.

Al piano terra il progetto è firmato da HOK Product Design, studio internazionale di architettura, design e ingegneria, con 24 uffici in America, Europa e Asia. Colore e movimento sono le linee guida che contraddistinguono l’installazione. Un “big color wall” percorre lo spazio a destra: moduli rettangolari (12,5x50cm), sovrapposti e sfalsati rivestono la grande parete in una vivace gradazione cromatica che richiama colori e sfumature del mare, della terra e delle aree verdi. Anche la posa dei moduli è insolita: i moduli sembrano impilati, tessere rettangolari che rispettano un sistema preciso, un lontano richiamo alle tegole dei tetti. L’effetto visivo complessivo restituisce una superficie in movimento in cui predomina il colore, risultanza di tanti punti colorati, infiniti pixel, da cui il nome della collezione. Pixel, applicato al rivestimento di edifici come suggerisce questa installazione, ma anche per pavimenti e rivestimenti di grandi spazi, mette in risalto l’importanza del rivestimento ceramico nel reinventare l’architettura e la superficie: luce, colore, forma e materia sono strettamente collegati, cambiano la percezione degli spazi per suggerire nuovi ed insoliti paesaggi urbani.Immagini 375

Sull’altro lato del piano vetrina, HOK Product Design trasforma la parete in un imponente gioco ad incastri. Nest è il nome della collezione: prendendo ispirazione dalle forme presenti nel mondo naturale, la serie si compone di moduli dal formato irregolare (dim. lato 100cm) che si combinano tra loro per creare grandi forme esagonali. Una sorta di intreccio, di puzzle infinito che evidenzia ancora una volta l’uso non convenzionale del materiale ceramico, elemento caratterizzante e strutturale della superficie per cambiare il paesaggio architettonico e domestico di qualsiasi città, in stretto dialogo con i colori della natura.

“Lavorare con Lea Ceramiche, Cesare Cabani, Elisa Bellucci e il loro team, è stata un’esperienza estremamente positiva. Il nostro team di designer era interessato alla nuova linea Slimtech di Lea Ceramiche, che utilizza la tecnologia Microban antibatterica”, ha detto Susan Grossinger di HOK Product Design. “L’idea iniziale del progettoPixel, era “ingigantire” un’immagine convertendola dal formato cartaceo a quello digitale, ovvero pixellata. Pixel può essere utilizzato in spazi su ampia scala per progetti sia architettonici che residenziali. Nest è una serie di esagoni e triangoli, affettuosamente chiamati PacMan, che può essere utilizzata in moltissime soluzioni grafiche e permette ai professionisti di usare la propria immaginazione. Inoltre, HOK Product Design ha lavorato insieme a Lea Ceramiche per aumentare la saturazione dei colori della linea Slimtech, al fine di garantire un’ampia varietà nella collezione. Pixel e Nest possono essere utilizzati sia a parete che a pavimento e in spazi ad alto traffico di persone.”

Dopo l’anteprima al Cersaie, lo showroom di Lea Ceramiche di via Durini, accoglie una nuova presentazione di Type 32, firmata da Diego Grandi. L’allestimento mette in luce le caratteristiche intrinseche del progetto: in forma quasi didascalica vengono evidenziate le varianti cromatiche e grafiche del prodotto, mentre a parete e a pavimento esempi di possibili combinazioni.

La collezione Type 32 parte dalla materia, reinterpretandola attraverso un linguaggio contemporaneo. Il progetto si basa sulla sovrapposizione di due layer: il primo, più materico, costituito da una serigrafia che gioca con il tema della verosimiglianza, riproduce un’essenza. Il secondo, più grafico, consiste in un decoro, basato sulla reiterazione della linea obliqua, declinato in quattro pattern.Queste quattro grafiche, alfa, beta, gamma e delta, disponibili in due tonalità, fredda o calda, vengono sovrapposte a quattro basi per un totale di 32 elementi diversi che definiscono la collezione.Come caratteri di un nuovo alfabeto decorativo, gli elementi possono essere combinati per arrivare alla creazione di una superficie potenzialmente infinita, un grande tappeto che gioca con i temi dell’illusione e della memoria ricordando nel disegno la posa tradizionale dei pavimenti lignei.

Il progetto si presenta come una novità a partire dal formato. Invece di lavorare su dimensioni standard, Type 32 ricorre alla doga lunga Lea Slimtech (20 x 200 cm) presentata nel nuovo spessore di 5,5 mm. Un’altra caratteristica innovativa è l’estrema versatilità possibile nell’accostamento delle doghe.Le combinazioni tra gli elementi della collezione sono infatti molteplici, la scelta riguarda le cromie delle essenze, le trame, i toni.Grazie a questa nuova tecnica di stampa digitale, il prodotto viene realizzato su ordinazione, con tempi di consegna ottimali, permettendo una gestione del processo produttivo più oculata ed efficiente.

Una nuova visione di paesaggio domestico che dialoga con la verosimiglianza della natura, con il segno grafico e il colore per infinite soluzioni creative.

Urban and Domestic Landscapes

Pixel and Nest, design by HOK Product Design

Type 32 Slimtech, design by Diego Grandi

 Lea Ceramiche Showroom

Via Durini 3, Milano

 7 – 13 Aprile 2014