USM E L’HOME OFFICE

Pubblicato il 25 ottobre 2013 Di

Festeggerà 50 anni nel 2014, USM, il sistema di arredamento che ha inventato la modularità e che da allora esporta in tutto il mondo un prodotto
che si distingue per la sua durevolezza, poiché la sua eleganza va oltre il tempo e le mode.
La sfera USM permette di „giocare“ con gli arredi, trasformandoli di volta in volta, aggiungendo o togliendo moduli, ante, elementi contenitivi e addirittura cambiando i colori, adattando così il nuovo mobile a necessità e ambienti che invece variano nel tempo.
„Un classico senza tempo“ – così si autodefinisce questo sistema che fa parte della collezione permanente al MoMA di New York – proposto sia per la realizzazione di uffici, che per l’arredo domestico e per l’home office, ove riesce ad equilibrare in modo perfetto le esigenze estetiche di ambiente abitativo con quelle organizzative di un vero e proprio ufficio.
E se non riuscite ad immaginarvelo, vi segnaliamo alcuni esempi raccolti qua e là per i vari continenti: realizzazioni home office delle quali disponiamo dell’intero progetto – a vostra disposizione qualora desideriate un approfondimento.
L’artista di fama internazionale Michele Oka Doner vive con il marito Frederick da oltre trent’anni in uno spazioso loft a Manhattan. Come lei stessa afferma, si tratta di „un
laboratorio di idee, dove lavoro come una scienzata pazza“. Tavoli e contenitori USM organizzano l’uragano di ispirazioni dell’artista che si tramutano poi in sculture e
gioielli ricercati sul mercato.
Christoph Gilles, dentista con un eccezionale fiato per i classici in stle moderno, utilizza come scrittoio un mobile USM Haller color cappuccino, che accosta al
tappaeto persiano antico, alla poltrona Le Corbusier e all’Adjustable Table di Eileen Gray nella sua abitazione di Francoforte sul Meno in Germania.

Un arioso loft newyorkese all’interno di un edificio in stile cast-iron del XIX secolo accoglie una giovane responsabile marketing, dal gusto eclettico per l’arte e il
design. Dalla scrivania USM Haller nel suo home office si possono gustare le strade piene di vita del quartiere trendy di Soho.
Anche i bambini hanno diritto ad un’area di lavoro, un piccolo home office per quelle che sono le loro attività lavorative extrascolastiche. Il noto artista ticinese Ivo Soldini ha regalato ad ognuno dei propri figli un mobile USM in occasione del primo giorno di scuola. Verde, rosso rubino e giallo oro sono le tonalità scelte dai piccoli che,
probabilmente, porteranno con loro gli arredi al momento del loro primo trasloco per la vita da adulti.
Una brillante carriera da chef italiano nel paese del Sol Levante, Carmine Cozzolino ha lasciato la Calabria oltre 35 anni fa ed ora gestisce quattro ristoranti rinomati. Lo studio domestico dal quale coordina le attività è dotato di un tavolo USM con un piano di vetro trasparente mentre la letteratura gastronomica è riposta in librerie USM di colore nero.