Victoria + Albert tra i protagonisti della prossima Design Week al Design Centre di Chelsea Harbour.

Pubblicato il 12 febbraio 2014 Di

Un appuntamento da segnare in agenda, quello londinese, che vede Victoria + Albert in prima linea con il proprio showroom ubicato nel cuore di Londra, all’interno del prestigioso Design Centre a Chelsea Harbour. Qui, in quel distretto che è divenuto il punto di riferimento del design europeo grazie alla presenza dei marchi più prestigiosi, la dinamica azienda inglese sarò protagonista della settimana del design attraverso seminari e incontri, in particolare una tavola rotonda sulle vasche compatte Edge e Ios. Il tutto all’interno di uno percorso che emoziona e accompagna il visitatore in un viaggio alla scoperta del DNA di Victoria + Albert: design, pietra lavica, comfort.

Lo spazio nasce come showroom, ma anche come punto di incontro per dialogare direttamente con gli architetti e più in generale con il pubblico di addetti ai lavori che da tutto il mondo guarda in questa direzione per aggiornarsi sulle ultime novità e indovinare le tendenze future.Picture 144

L’area espositiva riproduce alla perfezione l’atmosfera che Victoria + Albert vuole trasmettere con i suoi progetti d’arredo: eclettica, curiosa e sorprendente, nonché tradizionalmente contemporanea. Non solo estetica ma anche (tanto) progetto. Ogni prodotto Victoria +Albert ha un’anima materica e una matrice forte di disegno.
Le novità esposte al Design Centre di Chelsea Harbour sono il frutto della filosofia dell’azienda che si ispira all’idea semplice di coniugare la bellezza con l’efficienza.In mostra i più importanti prodotti comeprotagonisti assoluti dello spazio: vasche e lavabi in QUARRYCAST®, materiale esclusivo composto da roccia calcareavulcanica finemente tritata e mescolatacon una resina speciale, narranoun’imprevedibile storia di design, arte efascinazione per il prodotto industriale. Collezioni di rubinetteria e accessori speciali si inseriscono in un progetto più ampio di Victoria + Albert, marchio attivo in Italia da pochi anni ma che già fa tendenza dell’abitare in bagno. Dal mix di sapienza artigianale e know how industriale, il risultato vincente è qualità + ergonomia + innovazione.