My Sweet Home Interior Design

Pubblicato il Di in Approfondimenti

Casa dolce casa, un luogo caldo e accogliente. Non solo per il corpo ma anche per la mente perché il calore di casa passa attraverso le cose di tutti i giorni. Colori bilanciati ed equilibrati, accessori che parlano di noi e delle nostre tradizioni. Ma come sarebbe il living di Sweet Home contemporanea? Abbiamo provato ad immaginarla ed ecco quello che abbiamo scelto…

Le poltrone  per un vero angolo di  comfor nel living.  La scelta cade su VIA57  di Bjarke Ingels in collaboration with KIBISI per Fritz Hansen. Nasce per un progetto specifico l’edificio VIA 57 WEST a New York City.

 

 

fritz_hansen_via57_dark-brown_383

La sedia è composta da un telaio in acciaio incorporato in schiuma poliuretanica morbida e modellata. Le diverse densità creano il comfort Il rivestimento del sedile di spessore mantiene l’eleganza. La base di legno svasata esalta la seduta che sembra quasi   galleggiare nello spazio. VIA57 ™ spiccano come un pezzo scultoreo che funge anche da un seduta.

Il ritmo per questo living lo porta Swing di Morelato. Un sistema modulare composto da elementi accostabili o pensili di diverse misure. Si possono scegliere le configurazioni: a giorno, con porte o cassetti. La collezione è in legno di Frassino tinto in varie tonalità e i ripiani in cristallo.

 

Segue sulle stesse note anche i tavolini della collezione Boogie di MY HOME COLLECTION. Base in acciaio verniciato e top disponibile in 3 versioni:  in marmo,  rovere termo-trattato o in MDF laccato. Il ritmo, l’armonia e leggerezza i tavolini BOOGIE con la loro semplicità lineare si adattano a vari stili di vita.

 

boogie_coffe-table

Il lampadario moderno ricercato e lucente. Si tratta di Leaf proposta preziosa firmata da Matteo Zorzendoni per MM Lampadari.

 

leaf-24-luc

Si tratta di una collezione ispirata alla natura e all’armonia degli spazi. La collezione Leaf ha una struttura leggera ed eclettica frutto di un’accurata ricerca progettuale. Una proposta che si adatta perfettamente sia  in ambienti classici che contemporanei.

La stessa firma anche negli accessori, si perchè abbiamo scelto Miss il vaso in vetro di Matteo Zorzendoni per il progetto Something Good.

mrs-caraffa-in-vetroprodotto-da-something-good

 

Una collezione di brocche che ampliano il concetto estetico e vanno oltre l’ergonomia per sottolineare la tecnica vetraria e dare l’oggetto ricco di colori e texture. Le brocche sono conici per una presa facile e un uso più conveniente. Le due estremità, a righe e colorate, sono un delicato riferimento alla lavorazione del vetro veneziana, con i suoi colori e finiture tipici.

E si ispirano alla tradizione veneziana anche i deliziosi appendi abiti Genesini di  Davide G. Aquini per Portego. La serie infatti richiama la tradizione dell’intarsio  in legno, che dalla cittadina di Lendinara, oggi in provincia di Rovigo, si è diffuso in tutta l’Europa.

 

Sugli appendiabiti  sono riprodotti in dettaglio le scene di opere antiche e racchiusi da un bordo in ottone prezioso. Botanica, con le decorazioni floreali che si ispirano alla collezione di mobili del Museo Zuckermann a Padova e Bisantio, una rielaborazione di un particolare del pavimento a mosaico Tessellatum nella Basilica di San Marco a Venezia.

In conclusione la parete si anima grazie al pannello  Graphic Wall Panels di Alexander Girard del 1968. L’albero della vita illustrato da questo istrionico dialoga a perfezione con il lampadario. La piastra metallica del pannello a parete viene stampato.

master-12851604vitra