K-array: in Toscana l’eccellenza nell’audio professionale

Pubblicato il Di in Approfondimenti

Immersa nella silenziosa e pacifica collina toscana c’è una realtà internazionale di grande successo che fa del suono il suo mestiere. Si tratta di K-array, azienda manifatturiera specializzata nella progettazione di innovative soluzioni nell’ambito dell’audio professionale.

Tutto ha inizio intorno al 1990, quando Alessandro Tatini insieme a Carlo Tatini e Massimo Ferrati  fondano la HP Sound Equipment, studio di progettazione e installazione di impianti audio, in particolare per radio e televisione.

 

Con il tempo l’azienda cresce, sperimenta e amplia il suo raggio di azione acquisendo così grande prestigio. Si ampliano anche i servizi e si arriva alle produzioni semi-artigianali realizzate ad hoc ad alta efficienza e precisione sonora, fino alle produzioni di sistemi audio, di ogni dimensione e altissimo livello.

 

Nel 2011 si cambia la denominazione e si passa all’attuale K- array, l’azienda che oggi è riconosciuta da tutti per le sue innovative soluzioni audio di alta qualità, tra cui sistemi portatili per concerti, diffusori acustici e subwoofer oltre a prodotti da installazione di livello e di  design innovativo. La K-array si impone  oggi in una nicchia di mercato mondiale molto esigente proprio per la qualità e la peculiarità delle prestazioni offerte.

 

Tra i  progetti più innovativi  c’è Anakonda KAN200 –  progetto del 2013  di Alessandro Tatini   (prodotto coperto da brevetto internazionale). E’ un diffusore acustico flessibile aggregabile modularmente, pensato per tutti i contesti in cui non è possibile utilizzare le casse tradizionali, ma è comunque richiesta una soluzione di alto livello e con un design discreto .

Il progetto Anakonda ha ricevuto moltissimi premi e riconoscimenti tra cui nel 2013  ABTT Awards – Sound Product of the Year Award (ABTT – London (UK) ) e nel 2014 il InAVation Awards – Most InAVative loudspeaker ( Emea – Amsterdam (NL)) e il best of Show Award – sezione Pro Audio (Pro Audio News) ( Infocomm – Las Vegas (USA)).

 

Anakonda  KAN200 è la prima cassa “pieghevole” della storia, e rappresenta ad oggi un unicum nell’ambito dei diffusori acustici. Questo prodotto è la  prova di come K-array realizzi impensate soluzioni installative audio praticamente invisibili e della sua capacità di realizzare soluzioni imprevedibile dal mercato.

Nel catalogo K-array, non  mancano le proposte in chiave design adatte  anche per ambiente domestico come Lyzard-KZ12 elemento line array ultraminiaturizzato, un apparecchio  di dimensioni veramente ridotte e di grande potenzialità.

Ideale in ambito residenziale, ma sopratutto per  ristoranti, bar, musei, ecc. Questi mini diffusori acustici da parete possono essere applicati ovunque e sono la soluzione per quei contesti in cui si richiede un impianto audio on wall di alta qualità.

 

Lyzard -KZ12 ha già trovato applicazioni in molti progetti.  Ad esempio nel 2013  è tra i prodotti scelti per la Serpentine Sackler Gallery, la prima struttura permanente della Serpentine Gallery nei giardini di Kensington. Per completare il progetto commissionato allo studio Zaha Hadid Architects,  alcuni KZ12 (Lyzard) di K-array hanno trovato applicazione in  due sale dove sono ospitate le opere degli artisti in residenza temporanea .

Più recente è invece il progetto Toscanino, concept store a Milano sviluppato intorno ai valori e alle tradizioni toscane. Anche qui tra gli altri prodotti K-array si è scelto di installare quattro degli ultra-mini line array Lyzard-KZ12 nel mezzanino del negozio.

Oltre a  Anakonda e Lyzard-KZ12,   K-array  offre una ampia  gamma di prodotti  e soluzioni in grado di  rispondere ad esigenze specifiche,  per soddisfare qualsiasi applicazione. Sia che si tratti di grandi arene, teatri e altri tipi di presentazioni che richiedono altoparlanti che “si sentono ma non si vedono”.