AFILLIA di Alessandro Zambelli per .exnovo nell’ADI Design Index 2014

Pubblicato il 4 gennaio 2015 Di

Afillia di Alessandro Zambelli inserita nell’ADI Design Index 2014: la collezione di lampade progettate dal designer per .exnovo è presente nell’edizione 2014 dell’Associazione per il Disegno Industriale, la pubblicazione che – ogni anno – raccoglie il meglio del design messo in produzione. Afillia è quindi candidata alla XXIV edizione del Compasso D’oro, il più antico e autorevole premio italiano per le produzioni di design, nato nel 1954 a Milano da un’idea di Giò Ponti.

La collezione comprende una famiglia di complementi per l’illuminazione – 3 da appoggio, 3 da sospensione – che rappresentano il punto di sintesi essenziale, quindi perfetto, tra materiali della tradizione e produzioni d’avanguardia, antichi saperi artigianali e tecnologie innovative.

In Afillia un supporto in cirmolo – legno pregiato delle montagne altoatesine – lavorato a mano secondo le antiche tradizioni locali, si abbina ad un diffusore in poliammide sinterizzato attraverso il professional 3D printing: in un anello ideale che lega insieme passato e futuro, materiali così diversi si innestano l’uno nell’altro in una continuità del tutto naturale. Al centro del progetto, un diffusore di illuminazione avvolge e decora lo spazio; trame sottili come trine intrecciano – nelle loro trasparenze geometriche – esili origami bidimensionali: texture pure elevate a oggetto. All’interno la luce – libera di fluttuare con le sue ombre mutevoli nello spazio – si concentra invece inaspettatamente in auree sferiche, compatte e luminescenti: energia fluida tra forma e materia, aria e luce.

La produzione inserita nell’ADI Design Index 2014 è esposta agli addetti ai lavori, agli appassionati di design e al grande pubblico – oltre che a disposizione della giuria del Compasso D’oro – grazie alla mostra organizzata dalla stessa Associazione e allestita negli spazi delle ex officine Ansaldo in via Tortona, nel cuore storico del design district milanese. Inaugurata lunedì 27 ottobre, la mostra rimane a Milano fino al 9 novembre per poi trasferirsi a Roma, all’interno del complesso ex Cartiera Latina in via Appia Antica, dove sarà visitabile dal 17 al 28 novembre.

Il 2014 si contraddistingue inoltre per l’istituzione del Compasso d’Oro Internazionale, un nuovo riconoscimento – biennale e focalizzato di volta in volta su temi differenti – che varca i confini italiani per estendersi a tutto il mondo: questa prima edizione, dal titolo Design for Food and Nutrition – dedicata al design e alla sua capacità di migliorare e innovare prodotti e processi produttivi in ogni fase della filiera alimentare – presenta un focus tematico in linea con i temi di Expo 2015.

Alessandro Zambelli [www.alessandrozambelli.it] si specializza in Disegno Industriale e Tecnica dei Materiali presso la Fondazione Cova di Milano; nel 2000 inizia la sua attività professionale con Agape e, alcuni anni più tardi, nel 2003, fonda il suo studio. Diverse le collaborazioni avviate in questi anni con aziende del settore: Agape, Caimi Brevetti, Diamantini&Domeniconi, Disaronno, Rudi Rabitti, Seletti, Skitsch, Swarovski. Il designer è tra i fondatori di PADIGLIONEITALIA, collettivo di professionisti nato con l’obiettivo di tracciare una mappa del design italiano nelle sue specificità.

Nata nel 2010 come brand di HSL – azienda trentina che per prima ha portato in Italia le tecnologie di digital e additive manufacturing, con cui opera da 25 anni – .exnovo [www.exnovo-italia.com] è specializzata nella realizzazione di oggetti di design mediante il professional 3D printing. La produzione .exnovo comprende lampade, complementi d’arredo e accessori, pezzi unici o serie limitate di oggetti, letteralmente stampati attraverso questa tecnologia d’avanguardia: il lavoro delle macchine si integra in modo armonico al sapiente intervento di maestri artigiani che, dal blocco di polimero informe, portano alla luce la materia formata e completano manualmente il processo, lasciando un segno personale su ogni creazione.