Un ambiente immersivo per un luogo deputato all’interazione e alla comunicazione aziendale

Pubblicato il 9 agosto 2014 Di

A Pont Saint Martin, in Valle d’Aosta, all’interno del Data Center Technology & Operations di Engineering, leader in Italia nel software e servizi IT, dotdotdot ha progettato lo showroom, un ambiente comunicativo dedicato al cliente, il luogo che racconta i valori
dell’azienda, le sue soluzioni, i progetti e i prodotti attraverso un percorso dimostrativo che rende visibile l’invisibile.
Suddivisione degli spazi, soluzioni d’arredo, esperienze interattive: dotdotdot per Engineering ha impiegato al meglio le proprie competenze di architettura, interior e interaction design. Fulcro dell’intervento è l’area demo dove il cliente vive esperienze
immersive e interattive, grazie a un grande tavolo che funge da piattaforma di navigazione dei contenuti multimediali. Il tavolo ha un feedback diretto con la grande parete curva videoproiettata dal forte impatto scenografico che diventa il supporto visivo dei contenuti.dot4
Entrando nello showroom, il cliente è da subito il protagonista di un’esperienza immersiva e comunicativa. I diversi ambienti, divisi per funzioni, sono integrati in un unica identità visiva, in grado di comunicare i valori di innovazione, ricerca, internazionalizzazione e crescita dell’azienda. Lo spazio è articolato per essere flessibile e rispondere alle diverse esigenze rispetto al numero di partecipanti e ai gradi di comunicazione e approfondimento dei contenuti. Gli elementi d’arredo sono progettati per garantire massima flessibilità
di fruizione. I materiali – mdf colorato in pasta – e le scelte cromatiche conferiscono un’identità visiva d’insieme differenziando gli spazi per funzioni.unnamed (3)
L’obiettivo del progetto è quello di trasmettere al cliente, attraverso le scelte architettoniche, dei materiali e colori, lo studio delle interfacce, delle infografiche e della comunicazione, la percezione di un ambiente all’avanguardia e allo stesso tempo
user friendly.
Lo showroom è percepito come un ambiente visivamente unitario in cui coesistono differenti funzioni. A esse viene garantita l’adeguata privacy attraverso l’utilizzo di una vetrata elettropacizzante che divide i due ambienti principali: l’area demo e l’area meeting.
Questa lama tecnologica gestisce il controllo della luce a seconda delle diverse esigenze.

Area demo
L’area demo è il punto nevralgico dell’intero showroom. Concepita da dotdotdot per far vivere al visitatore un’esperienza immersiva e interattiva, la sala trasmette i concetti di innovazione e ricerca attraverso un sistema di interazione intuitivo e naturale.
Al centro dello spazio il tavolo diventa la consolle di comando e la piattaforma di navigazione dei contenuti multimediali. Le funzioni e le caratteristiche dell’ambiente sono gestite integralmente tramite un ipad: la configurazione della sala, le luci, le musiche.dot1

 

Il tavolo multitouch interagisce direttamente con la grande parete curva videoproiettata dove vengono evidenziati e messi in risalto i diversi contenuti del tavolo.
Il media wall, dal forte impatto scenografico, trasforma lo spazio in un ambiente costruito intorno al visitatore, facendogli vivere un’esperienza sensoriale immersiva. Nell’area demo è presente una tribuna, con 40 posti a sedere, scavata in un volume che
specularmente definisce la sagoma della lunga panca della sala dal coffee break, posta all’ingresso dello showroom.

 

Fotografie: Mauro Angelantoni