Armadi componibili per la camera da letto: i consigli da seguire

Pubblicato il 5 novembre 2015 Di

Le moderne camere da letto sono caratterizzate da linee semplici che permettono di sfruttare al meglio spazio e luce. Elementi centrali di queste stanze sono il letto e l’armadio che sempre più spesso viene scelto su misura o componibile. Gli armadi componibili, infatti, permettono una migliore organizzazione degli spazi, sia interni che esterni, adeguandosi sia alle dimensioni della stanza che alle necessità di chi li utilizza.

La scelta dell’armadio dipende da una serie di fattori, tra cui lo spazio a disposizione, la quantità di abiti ed accessori che si intende riporre al suo interno e il budget che si ha a disposizione. Gli armadi componibili risultano perfetti sotto tutti questi aspetti perché possono essere modulati nella disposizione spaziale e possono essere strutturati con diversi moduli (cassetti, mensole e spazi di varie dimensioni) a seconda di come si voglia sfruttare il loro spazio interno. Per quanto riguarda il budget, questo tipo di arredamento permette una vasta scelta, potendo quindi soddisfare tutte le tasche. Inoltre, va specificato che a seconda delle dimensioni della camera, si può optare per degli armadi componibili con un numero minore di moduli, ma di qualità migliore oppure per un armadio di ampie dimensioni, ma di tipo più economico.

Tuttavia non bisogna pensare che economico sia sinonimo di bassa qualità : ci sono molte aziende specializzate nel bricolage, come ad esempio, Leroy Merlin che offre una vasta scelta di armadi componibili, fatta di prezzi, dimensioni, design e colori diversi. Tuttavia, data l’ampia possibilità di scelta, prima di acquistare un guardaroba componibile è bene effettuare un piccolo progetto, che permetta di scegliere un elemento funzionale e, soprattutto, delle giuste misure. La prima regola da seguire prima di acquistare degli armadi componibili, quindi, è quella di prendere bene le misure degli spazi. Non bisogna poi dimenticare di fare uno schizzo su come si voglia che il guardaroba sia organizzato, facendo una rapida carrellata del tipo di abbigliamento che esso dovrà contenere. Se siete delle persone eleganti, che indossano vestiti, abiti lunghi e cappotti, dovrete necessariamente prevedere un ampio spazio per appendere questo tipo di abbigliamento. Viceversa, se preferite la moda sportiva, fatta di jeans, magliette e giubbotti, potrete organizzare l’inerno del vostro armadio in modo differente, con più cassetti e piani d’appoggio.

Un altro importante punto da considerare quando si sceglie il proprio guardaroba è il colore. Esso può essere in tema con l’arredamento della camera o in contrasto, a seconda dei gusti, ma è sempre bene acquistare un armadio di un colore neutro, che possa essere sempre attuale nel tempo. E questo per due motivi fondamentali. Il primo è di carattere economico: per quanto low-cost, la spesa di un guardaroba è comunque importante e non si può pensare di cambiare l’armadio ogni volta che il colore scelto non è più di tendenza. Il secondo è di tipo pratico: acquistare complementi d’arredo di colori neutri permette in ogni momento di poter ampliare, con ulteriori elementi, l’arredamento di una camera (in questo caso la camera da letto) senza che questa si trasformi in un mix di colori che, alla lunga, potrebbe stancare. Puntando su colori neutri, invece, si ha la certezza che essi possano essere sempre di tendenza. E per rendere più colorata la camera si potrà puntare sulla biancheria da letto, su cuscini, su piccoli accessori come candele, soprammobili, quadri eccetera che potranno essere scelti nelle tonalità più alla moda.