Arredamento di design: se le sedute diventano le protagoniste

Pubblicato il 24 aprile 2018 Di

Negli ultimi mesi si è sentito parlare sempre più spesso delle ultime tendenze per l’arredo degli interni. Se è vero che i designer italiani detengono un primato per quanto riguarda il lancio di nuove tendenze, è anche vero che ci sono pezzi iconici che non possono mancare nella casa di ogni appassionato: scopriamo insieme quali sono e come Poltrona Frau ha interpretato le diverse influenze.

 

Le sedie di design più amate

Ammirando la selezione di Poltrona Frau, alcuni modelli non possono non saltare immediatamente all’occhio. Diva, ad esempio, è una seduta con una delicata voluta nella parte terminale dello schienale che ricorda il triclinio di età classica. A disegnarla è stato Roberto Lazzeroni che, per celebrare i vent’anni delle sedute della collezione Vittoria, ha deciso di fare un ulteriore passo indietro nel tempo e di lasciarsi ispirare da linee semplici ed essenziali ma non per questo meno accattivanti. Scegliere la sedia Diva per il proprio soggiorno o per la sala da pranzo vuol dire dare eleganza ad ogni ambiente, senza appesantirlo eccessivamente.

Sempre a proposito di sedie di design, non si può non citare DU30 di Gastone Rinaldi, vincitrice nel 1953 del premio Compasso d’Oro e chiaramente ispirata alle opere di Lucio Fontana. Il sedile unitario mostra, infatti, un unico taglio centrale che regala ulteriore risalto alla struttura monosacca in rete d’acciaio con imbottitura in poliuretano espanso. Una vera opera d’arte che non smette mai di incantare.

Divani e tavolini per il soggiorno perfetto

Non si può parlare di divani di design senza fare riferimento al modello Cassiopea. Si tratta di un divano modulare da poter comporre secondo i propri gusti e le esigenze di spazio della propria casa: i diversi cuscini, infatti, permettono di configurare il divano sia in uno spazio lineare che in una zona angolare, così da arredare con stile il salotto, l’ufficio o la zona living.
Tra i divani di design più apprezzati spicca poi il modello
Come Together, una novità già divenuta must per gli appassionati. Si tratta di una soluzione pensata dai designer Ludovica e Roberto Palomba che, partendo dall’idea di social e contro social, hanno deciso di creare un divano che potesse rivelarsi un luogo di aggregazione, punto focale della casa in cui rilassarsi dopo una lunga giornata o bere un aperitivo con gli amici.

Nessun salotto sarebbe completo senza dei tavolini di design all’altezza del contesto creato. Ilary, ad esempio, è un sistema di 5 tavolini pensato per spazi ampi da arredare in stile minimal. Il piano in marmo Grigio Roma e il sottopiano in betulla creano un piacevole contrasto che ben si sposa agli interni più raffinati delle ville di città o agli uffici di design. In alternativa, sempre per chi sia alla ricerca di tavolini di design davvero originali, una buona idea potrebbe essere quella di optare per il modello Bird, firmato da Tapio Wirkkala e reinterpretato da Poltrona Frau per permettere anche ai neofiti di apprezzare lo stile del designer finlandese. La linea della struttura si ispira alle forme di un volatile ma le rende tanto astratte e fuori dal tempo da arrivare a straniare l’osservatore.

 

 

Un ultimo consiglio

Ogni arredo rappresenta un caso a sé. Se è vero che chiedere la consulenza di architetti e arredatori esperti può essere un buon modo per studiare un arredamento che rispecchi i gusti e le esigenze del proprietario di casa, è anche vero che bisogna seguire il proprio istinto, lasciandosi ispirare dalle tendenze del momento. In questo modo, comporre un arredamento design diventa un modo per rendere ogni ambiente unico e personale.