Bologna Design Week: 5 giorni di creatività e progetti in città

Pubblicato il 10 ottobre 2018 Di

Bologna “la Dotta”, è stata per cinque  giorni, dal 25 al 29 settembre, animata dalla terza edizione della sua Design Week. L’evento si è svolto in concomitanza di Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno, che in negli stessi giorni si svolgeva nei padiglioni della fiera di Bologna .

Sono stati oltre 100 gli eventi che si sono svolti in città, tra mostre, workshop, design talk e allestimenti ambientati all’interno di palazzi storici, musei, università, accademie, gallerie d’arte, teatri, case private, showroom e piazze.

Proprio come POLLUTION 2018 – RefleAction , presentata in Piazza Santo Stefano a Bologna, un progetto promosso da Iris Ceramica Group,  in collaborazione con studio MC A e SOS School of Sustainability.

Nel 1972, la stessa azienda si fece portavoce di un messaggio a favore dell’ambiente, dando vita nella stessa piazza ad una manifestazione artistica unica per il tempo: “Pollution: per un’estetica dell’inquinamento”. Per l’occasione, diecimila piastrelle raffiguranti la riproduzione di una zolla di terra, ciascuna delle quali firmata e numerata dal brand Iris Ceramica, rivestirono l’intera piazza fungendo da palcoscenico per le installazioni e le performance di 26 artisti impegnati sul tema.

Durante la BDW 2018, nella stessa piazza Santo Stefano, dopo 46 anni, Iris Ceramica Group rivisita il messaggio evolvendolo e trasformando l’atto di denuncia in pensiero e azione. Il progetto dei giovani architetti di SOS – School of Sustainability, accademia post-laurea di Mario Cucinella, prevedeva che 40 querce emergessero nel cuore del centro storico bolognese da un suolo artificiale realizzato da una grande lama riflettente, attraverso la quale si intendeva capovolgere il consueto rapporto tra urbano e natura.

A pochi passi da Piazza Santo Stefano c’è Palazzo Isolani, l’edificio storico è stato una delle main location di questa BDW. E’ qui che all’interno delle sale settecentesche, erano state allestite le suggestive ambientazioni, dove la storia del palazzo si sposava, in un perfetto dialogo, alle proposte design di alcuni noti brand italiani e internazionali di design .

 

 

Nomi come Arper, Artek, Edra, Lago, Molteni&C|Dada, USM, Vitra hanno portato qui in esposizione alcuni dei loro progetti di punta creando allestimenti inediti.

 

Noi di Arredativo, come media partner insieme al gruppo di Home Style Blogs  (Official social media partner della Bologna Design Week) abbiamo avuto il privilegio di vedere in anteprima le inaugurazioni di questi eventi . Ed è qui che abbiamo conosciuto anche dei  nuovi brand come Or.nami, nuova realtà nel mondo dei wallpaper di cui sentirete sicuramente parlare anche in futuro.

ph.Federica Conti

Nella Galleria di Palazzo Isolani, è stata esposta un’opera, dalle collezioni del brand, che rivestiva  in formato macro una parete. Una gigantografia formato arazzo a cui si contrapponeva lo stesso prodotto interpretato da tre artisti, Bengt Paris, Concretipo e FRA! Design che proponevano i tre elementi fondamentali dell’opera, attraverso le loro tecniche intrecciate nella carta da parati.

Alla fine dei 5 giorni, l’evento bolognese ha mosso ben più di 40.000 visitatori che hanno fatto tappa nelle diverse main location attivatesi per l’evento quali: Galleria Cavour, il Padiglione de l’Esprit Nouveau, la ex Chiesa di Santa Maria della Neve – Insidesign Studio Store, il Foyer del Teatro Comunale di Bologna, l’Accademia di Belle Arti di Bologna, Dynamo La Velostazione, il  Marsala District e la Scuderia Future Food Urban Coolab.

ph.Federica Conti

ph.Federica Conti

 

Design, progetto, creatività, sono state dunque le parole d’ordine durante la terza edizione della Bologna Design Week  con i suoi  180 eventi, 13 workshop, 3 premiazioni di contest, 33 design talk, 7 presentazioni di libri e Journal internazionali, 5 visite guidate in 33 studi di progettazione, 3 design bike tour e 10 mostre.

Durante la BDW, Arredativo è stato ospite per una notte di Casa Isolani, una suggestiva   residenza d’epoca realizzata all’interno di uno dei rari esempi di costruzioni civili del XIII sec. Una una meravigliosa location nel centro di Bologna, nel cuore pulsante della design week.

 

 

Il posto perfetto per vivere Bologna anche di notte, non solo durante la design week ma tutto l’anno. Dai qui abbiamo conosciuto una città diversa, ricca di storia, come sapevamo essere Bologna, ma anche emozionante sopratutto vista dai tetti di Casa Isolani. Una città viva e creativa, come vorremmo fossero almeno una volta l’anno, un po tutte le città.