CONCORSO CASA EUROPA

Pubblicato il 31 agosto 2012 Di

Hanno risposto 56 imprese artigiane, di cui 51 venete e 5 provenienti da Genova, Caltanisetta, Firenze, Bari e Trento operanti nei settori: Ferro Battuto, Lavorazione Metalli,Vetreria Piana, Vetro Artistico, Ceramica, Arredamento, Falegnameria, Intaglio Ed Intarsio, Tappezzeria, Lavorazione Materiali Vari (Polistirolo, Plastiche), Argenteria, Impiantistica, Illuminazione, Lavorazione Marmo, Tessitura, Mosaico; e 34 designers e/o studi di design di cui 23 veneti e 11 provenienti da Milano, Torino, Firenze, Fermo, Potenza, Catania, Viareggio, Cuneo, Pavia, Palermo al concorso CASA EUROPA, promosso da Confartigianato Marca Trevigiana, ADI – Associazione per il Disegno Industriale (Delegazione Veneto e Trentino Alto Adige) e associazione d’impresa ARTE ARTIGIANA, in collaborazione con Confartigianato Vicenza, per celebrare il decimo anniversario dell’introduzione dell’euro.
Un risultato davvero importante per l’avvio di una collaborazione strutturata tra il mondo dell’artigianato e quello del design, volta a coniugare “il saper fare” artigiano con l’expertise estetico e progettuale dei designers.
I gruppi di lavoro, formati da artigiani e designers , individuati da una commissione artistica ad hoc costituita, hanno proceduto alla presentazione di una serie di progetti relativi ad oggetti per la casa ispirati all’Unione Europea e al mercato unico europeo di cui l’euro è simbolo.
Le 17 idee finaliste selezionate daranno vita alla collezione celebrativa denominata “Casa Europa“, che verrà esposta in autunno in anteprima in una prestigiosa sede nella Provincia di Treviso. E’ curioso rilevare che a 12 di questi 17 elaborati hanno contribuito giovani designers o studi di design under 40 e che i partecipanti hanno deciso, a prescindere dal superamento della selezione, di realizzare il manufatto progettato a testimonianza della determinazione che li ha motivati e della fattiva collaborazione sviluppatasi in questi mesi.
L’adesione così importante al concorso ha confermato il convincimento degli organizzatori che il design è un’opportunità per le imprese artigiane che accresce il loro livello di competitività e più in generale del tessuto imprenditoriale. I designer hanno trovato nell’esperienza e nella qualità dell’artigiano un contributo fondamentale per dare concretezza alle proprie idee. Gli artigiani hanno puntato sulla creatività dei designer per valorizzare il proprio “saper fare” in chiave più contemporanea.
L’iniziativa è sostenuta da Unicredit e beneficia del contributo della Camera di Commercio di Treviso.