Consigli per posizionare il condizionatore fisso

Pubblicato il 3 maggio 2018 Di

La primavera porta con sé le prime giornate di sole, poi come sempre arriveranno i primi caldi estivi, e saranno giornate in cui riuscire a lavorare in casa o in ufficio diventerà molto difficile... Per non farsi cogliere impreparati dai giorni più caldi, questo è il momento giusto per scegliere di acquistare  il condizionatore.  Questo apparecchio è molto diffuso negli uffici ma anche nelle abitazioni, fondamentale per consentire di avere in casa un microclima ottimale, sia durante l’estate che in inverno,  innalzando o abbassando la temperatura a seconda della stagione.  Tra i prodotti più celebri ci sono senza dubbio i condizionatori daikin , un brand che ha alle spalle ben  novanta anni di esperienza nella climatizzazione capace di offrire la soluzione più affidabile, confortevole e ad alta efficienza energetica disponibile sul mercato.

 

Ma scelto l’apparecchio, quali sono gli accorgimenti di cui tenere conto per la sua collocazione all’interno dell’appartamento?

 

Il condizionatore è composto da un’unità esterna che viene collocata all’esterno e da una unità interna, posizionata nell’abitazione.

L’unità esterna è bene posizionarla in un luogo protetto evitando le pareti più assolate, per proteggerla potrebbe essere utile realizzare una pensilina.

Nel corso del tempo  l’apparecchio potrebbe richiedere interventi di manutenzione,  per questo questo dovrà essere posto in un punto facilmente accessibile. Quello che deve essere sempre  garantito è il funzionamento della ventola dell’unità esterna, per cui non dovrà avere ostacoli ne frontali, ne laterali. La parete di fronte non dovrebbe avere a una distanza inferiore ai tre metri perché altrimenti il flusso d’aria “rimbalzerebbe”. Altra questione di cui tenere conto è che il condizionatore in funzione produce della condensa per cui deve avere la pendenza necessaria a far fluire liberamente l’acqua.

Un altro aspetto importante riguardo l’unità esterna del condizionatore,  è che il “cono” di rumore non deve essere rivolto verso le abitazioni vicine, pena possibili sanzioni.

Per quello che riguarda l’unità interna si tenga anzitutto presente che, poiché l’aria fredda va verso il basso, l’unità andrà posizionata in alto.

Anche in questo caso evitate punti dove c’è una parete frontale a meno di 3 metri, e qualsiasi posizione in cui le tende possano bloccare il flusso dell’aria.

Da evitare il posizionamento  sopra divani, poltrone, scrivanie o il tavolo da pranzo: stare seduti sotto il getto d’aria può causare problemi alla salute.

In camera da letto, il getto d’aria deve fluire nella zona di transito ai piedi del letto e deve trovarsi in una parte vicina al balcone in modo da poter collegare nello spazio esterno le tubazioni per la condensa.