“Cristalplant® Design Contest”: la parola ai giovani designer della prima edizione nel 2009

Pubblicato il 3 gennaio 2015 Di

Paolo Cappello, Mario Ferrarini, Gabriele Rosa. Sono questi i nomi, ormai noti, dei vincitori del contest promosso da Cristalplant nel 2009. Anche quell’edizione, la prima, era in collaborazione con Antoniolupi.
Intervistati, i tre che ormai possiamo definire “senior designer” (anche se non per l’età anagrafica), hanno raccontato la loro esperienza e spiegato il motivo per il quale consiglierebbero di partecipare oggi al contest. I motivi sono molti ma quasi tutti, a loro modo,
raccontano la stessa esperienza, ricca di emozioni, divertimento, passione e tanto impegno.
«Perché consiglierei a un giovane di partecipare al Cristalplant® Design Contest 2015? Molto semplicemente – spiega Paolo Cappello – perché rappresenta una reale opportunità di lancio, nonché un modo per lavorare a stretto contatto con note aziende, cosa che non capita tutti i
giorni. Vale la pena – conclude – di giocarsi tutte le carte per farcela». Ferrarini e Rosa annuiscono aggiungendo unanimi che «il contest è un modo per mettersi alla prova lavorando con un materiale innovativo e confrontandosi con le reali esigenze del mercato, che non sono
puramente estetiche».
Nel raccontare cos’ha rappresentato per loro la prima posizione al “Cristalplant® Design Contest”, visibilmente emozionati, hanno spiegato quanto possa essere incoraggiante mettersi alla prova con delle aziende che esportano il made in Italy nel mondo, e con il loro
mercato. Dopo il Cristalplant® Design Contest tutti hanno avuto contatti con molte altre note realtà italiane e non solo, hanno potuto comprendere a fondo le proprie propensioni di designer e creare uno stile tutto personale. La loro carriera è potuta iniziare ufficialmente. Il
contest ha quindi rappresentato un punto di svolta nella loro vita lavorativa.
Paolo Cappello, Mario Ferrarini e Gabriele Rosa hanno spiegato anche perché consiglierebbero il “Cristalplant® Design Contest” a designer che già hanno una propria carriera. Le risposte sono state interessanti.
Cappello: «Perché essere un “senior designer” non significa riuscire necessariamente a lavorare ad alti livelli di ricerca e contenuto, il contest di Cristalplant rappresenta un’occasione certa di eccellenza anche per chi ha già fatto del design la propria professione».
Ferrarini: «Aldilà delle idee è sempre complicato trovare l’opportunità per confrontarsi con le aziende, soprattutto quando queste sono fortemente riconosciute sul mercato e strutturate. Quest’occasione concede una via preferenziale, un’apertura generale, riflesso di un’esigenza aziendale».

Rosa: «É un modo unico e trasparente per proporre le proprie idee ad aziende rinomate. Credo che il Cristalplant® Design Contest rappresenti una delle strade migliori per mettere insieme creatività, produzione e marketing. Potrebbe essere d’ispirazione per molti, anche per
i “senior”».
La settima edizione del “Cristalplant® Design Contest”
Due categorie di progettazione:
“YOUNG DESIGNER” sono giovani creativi nati dopo l’01/01/1980. Gli YOUNG DESIGNER dovranno progettare una linea completa o prodotti indipendenti per l’arredo bagno in Cristalplant Biobased anche abbinato ad altri materiali (sono esclusi i sanitari e i piccoli accessori).
I “SENIOR DESIGNER” saranno invece coloro che sono nati prima dell’01/01/1980. I SENIOR DESIGNER dovranno invece presentare prodotti indipendenti per l’arredo bagno per la categoria contract in Cristalplant Biobased anche abbinato ad altri materiali (sono esclusi i sanitari e i piccoli accessori).
Il “Cristalplant® Design Contest 2015” è un concorso che ha come obiettivo quello i permettere ai creativi di esprimersi, utilizzando il Cristalplant Biobased (www.biobased.it) come materiale base di prodotti ispirati allo stile di Antoniolupi. I partecipanti potranno presentarsi singolarmente o in gruppo, inviando anche più progetti per le categoria proposte.
Il termine ultimo di consegna dei progetti è il 12 gennaio 2015.
La giuria sarà composta da qualificate personalità del mondo del design e dell’arredamento, le quali si occuperanno di analizzare e valutare gli elaborati, decretando i vincitori e le eventuali menzioni d’onore. I migliori progetti, premiati in occasione del 54° Salone Internazionale del Mobile di Milano, nel contesto del Fuorisalone, saranno inizialmente realizzati in prototipo e successivamente inseriti nel catalogo Antoniolupi.