Design Suite, il concorso lanciato da Swart.

Pubblicato il 21 dicembre 2013 Di

Design Suite è un concorso dedicato a studenti e professionisti under 35, volto a valorizzare la contaminazione tra realtà artigianale e dimensione creativa, che mette al centro la figura dell’autoproduttore come soggetto capace di promuovere un’attività indipendente ed economicamente competitiva. Il concorso propone un accompagnamento concreto e ad ampio spettro su questioni tecniche, produttive, economiche e commerciali, offrendo ai partecipanti un supporto attivo per lo sviluppo e il lancio sul mercato di nuovi prodotti a filiera corta e piccole serie autoprodotte.

Il tema della prima edizione di Design Suite è la realizzazione di complementi ed elementi d’arredo che abbiano come tratto comune la possibilità di essere appesi a parete e/o sospesi a soffitto. La proposta nasce dalla volontà di ottenere prodotti facilmente trasportabili e in grado di raggiungere una buona commerciabilità grazie a un costo di realizzazione/prezzo di vendita non elevato.

I promotori del concorso rendono pubblica con anticipo la giuria di esperti del settore, in grado di coprire diversi campi professionali, che avrà il compito insieme a loro di valutare le proposte pervenute:
Claudio Rizzolo, vicepresidente di Confartigianato Torino
Fabio Oggero, brand manager ed art director
Roberto Rubini, architetto, curatore di Source – self made design, mostra sul design autoprodotto di Firenze
Enrico Bassi, designer, coordinatore del primo Fablab italiano, a Torino

Per rendere Design Suite un’occasione di arricchimento personale e professionale per partecipanti e vincitori, la selezione sarà articolata in due fasi.

1.    Preselezione – Workshop Design Suite

I finalisti avranno la possibilità di partecipare alla giornata di workshop Design Suite che si terrà il 15 febbraio 2014 a Torino. A un massimo di 10 partecipanti verrà offerta la possibilità di raccontare il proprio progetto alla commissione, condividendo le proprie idee con una platea di esperti del settore, in una discussione orientata all’approfondimento delle proposte progettuali e al loro perfezionamento.

La giornata prevederà anche una serie di momenti formativi con contributi esterni sui temi dell’autoproduzione e del design indipendente, proponendo così ai finalisti anche una serie di attività pratiche, volte a stimolare e a mettere alla prova la loro creatività, la capacità di gestire il percorso progettuale e produttivo, la comunicazione e la commercializzazione dell’idea.

Questi i temi della giornata di workshop Design Suite
.Brand image 
Il workshop è rivolto alla gestione e alla valorizzazione del proprio brand come designer e autoproduttori. L’obiettivo è quello di lavorare sui valori e sui caratteri che come designer/autoproduttore si vogliono comunicare all’esterno, individuando le strategie per posizionare sul mercato le proprie capacità, le proprie attitudini e le proprie specificità, prima ancora che i propri prodotti.
.La proprietà intellettuale su prodotti di design. Come tutelarla e come valorizzarla Il workshop affronta la dimensione operativa di come effettivamente muoversi attraverso i principali strumenti di tutela a disposizione di designer e creativi che si affacciano sul mercato, sino ad andare a toccare i temi legati ai contratti alle royalties e ai rapporti con le aziende.
.Social Media Revolution: quali opportunità nel design? Lorenzo D’Amelio e Christian Zegna di Socializers affrontano i temi della comunicazione e promozione del con l’utilizzo del web, attraverso la disamina di opportunità da cogliere e accortezze da affrontare e l’illustrazione di casi di successo e di studio.

2.    Vincitori – premio

A seguito delle valutazioni sugli elaborati consegnati e dell’esito della giornata di workshop,entro sabato 22 febbraio 2014 la commissione procederà a comunicare i nominativi dei vincitori di Design Suite. Un massimo di 3 finalisti potrà passare alla fase conclusiva del concorso, accedendo alla fase di accompagnamento all’ingegnerizzazione, prototipazione, promozione e vendita del progetto.

Il pacchetto di servizi di accompagnamento sarà così articolato: – il tutoraggio e l’accompagnamento per l’ingegnerizzazione e la realizzazione progetto nelle sue problematiche tecniche/costruttive assieme agli artigiani della rete di Caplavur; – larealizzazione gratuita del prototipo; – l’affiancamento di Swart sugli aspetti economicilegati alla produzione indipendente di piccole serie, oltreché sulla presentazione del prodotto sul mercato digitale; – l’inserimento del prodotto all’interno della selezione Swart e lacommercializzazione attraverso la sua piattaforma dedicata al design indipendente italiano di qualità; – l’esposizione del prototipo al Fuorisalone 2014 presso lo spazio di Swart.