EMIRATI ARABI: MANGROVE PLACE, UNA RESIDENZA A “5 STELLE”

Pubblicato il 13 maggio 2014 Di

 

A Reem Island, isola naturale e paradiso per milionari a 600 metri dalla costa di Abu Dhabi, sorge Mangrove Place, complesso residenziale di lusso che si affaccia su un’oasi di mangrovie, realizzato da UPA, Urbanism Planning Architecture, diretta dall’architetto italiano Paolo Lettieri.

L’edificio, destinato principalmente al mercato occidentale, si sviluppa su 29 piani fuori terra di cui 2 di podio, con 3 livelli di parcheggi sotterranei che possono contenere fino a 600 posti auto, per una superficie totale di circa 80.000 mq.

E’ composto da 481 appartamenti di varie metrature:

– on the top una penthouse di 600 mq al 28° e 29° piano

– 3 penthouse su due livelli (350 mq ciascuna) al 26° e 27° piano

– 15 town houses duplex (250 mq ciascuna) ubicate nel podio, sviluppate su due livelli

– i restanti appartamenti hanno metratura variabile dagli 80 ai 150 mq

Come ogni residenza “a cinque stelle” Mangrove Place è dotato di ogni comfort e facilities: piccolo centro commerciale, palestra, piscina, zona spa e fitness, portierato e servizio di sicurezza 24 ore su 24, oltre ai più sofisticati impianti satellitari e sistemi di antieffrazione di ultimissima generazione.

Lo sviluppo a terrazze della torre ha permesso di creare una forma che rompesse la monotonia della zona residenziale a grattacieli di Al Reem Island ad Abu Dhabi e contemporaneamente di avere appartamenti con panoramiche terrazze vista mare. L’andamento a gradoni delle terrazze inoltre permette di annullare il senso di vertigine che si ha su torri di tale altezza e conferisce agli appartamenti della testata un’ottima vivibilità, unica per la città di Abu Dhabi.

Fiore all’occhiello di Mangrove Place è la penthouse ubicata tra il 28°e 29° piano, strutturata su 2 livelli con terrazza panoramica che si affaccia sia sul mare sia sull’oasi naturale di mangrovie sottostante. E’ concepita come una vera e propria villa mediorientale nella concezione degli spazi e nella scelta di ogni comfort e lusso.

Si accede alla residenza con ascensore riservato che funziona con un sensore ottico di riconoscimento personalizzato, ed è composta da varie zone abitative (living, zona notte, zona cucina, zona fitness). La zona living dispone di: ingresso, salone su 2 piani, sala tv, sala da pranzo, e soprattutto la majlis. Si tratta di unsalottino tipico della cultura mediorientale molto spesso utilizzato dalle donne per accogliere gli ospiti o in casi particolari utilizzato anche per incontri ufficiali dove vengono prese importanti decisioni di lavoro o trattative molto riservate.

Ognuna delle 5 camere da letto è dotata di bagno privato in marmo italiano, oltre al bagno principale e a quelli riservati agli ospiti e al personale di servizio. La zona fitness e relax è dotata di mini piscina Jacuzzi, sauna, bagno turco, docce emozionali.

Come ogni residenza di moderna concezione la penthouse è controllata e gestita da un sofisticato sistema di building automation: servizio audio integrato in ogni stanza, comando vocale per azionare le luci, la climatizzazione, le tapparelle, il controllo tv e la filodiffusione.

UPA, dopo aver sviluppato il progetto definitivo da dare in appalto integrato al costruttore, è successivamente stata chiamata per ridefinirne il progetto esecutivo, in particolare della facciata, fortemente modificata in corso d’opera e per sviluppare l’interior design delle parti comuni.

 

L’edificio è stato ultimato nelle parti comuni e sono stati già consegnati quasi la totalità degli appartamenti; sono in fase conclusiva i lavori di finitura delle Penthouse e degli appartamenti duplex. La fine di tutti i lavori è prevista per il settembre 2014.