FABRICA IN VISITA ALL’ITALIAN CHAIR DISTRICT

Pubblicato il 24 novembre 2011 Di

I designer di Fabrica, il prestigioso centro di ricerca sulla comunicazione del Gruppo Benetton, sbarcano nel Distretto della sedia per offrire idee fresche e innovative a un settore che ha voglia di crescere guardando al nuovo.

Ospiti dell’Italian Chair District, 11 giovani creativi provenienti da tutto il mondo, dal 21 al 25 novembre collaboreranno con il Distretto valorizzando le capacità produttive dell’area. Dalla loro creatività, assieme alle competenze del territorio, nasceranno 12 oggetti di design rappresentativi del Distretto. Un connubio che entusiasma e sta suscitando grandi aspettative: “Visto che il nostro mercato è il mondo intero – commenta il presidente dell’Icd Giusto Maurig – quale idea migliore di appoggiarsi a una struttura internazionale, le cui giovani eccellenze conferiranno un’immagine fresca al Distretto? La Benetton, che ha fatto storia per la sua efficace comunicazione pubblicitaria, si trova in una regione molto simile alla nostra: siamo certi che con Fabrica la collaborazione sarà positiva”. “L’iniziativa rientra nell’ottica di internazionalizzare il Distretto – aggiunge il vicepresidente Alberto Gortani -; ospitiamo personaggi leader del settore, giovani di una struttura importante e a noi vicina, che trasferiranno innovazione ed eccellenza del loro campo al mondo della sedia”.

Fabrica è il centro di ricerca sulla comunicazione finanziato dal Gruppo Benetton, nato nel 1994 con l’obiettivo di coniugare cultura ed industria e di offrire a giovani di tutto il mondo opportunità di crescita creativa e scambio multiculturale. Ha sede a Treviso, nel complesso restaurato ed ampliato da Tadao Ando. Fabrica (www.fabrica.itinvita giovani artisti/designer, offrendo loro una borsa di studio annuale e mettendo a loro disposizione un’occasione di formazione e un patrimonio di risorse e relazioni per sviluppare, sotto la guida di esperti, progetti di comunicazione culturale e sociale nelle aree del design, comunicazione visiva, fotografia, interactive, video, musica, editoria.