Home Decor

Pubblicato il 10 novembre 2013 Di

Da oltre 50 anni VG è protagonista nel settore della decorazione d’interni di lusso e altissima qualità. Dal 2008, con la guida artistica del duo VM Design – Vincenzo Antonuccio e Marilena Calbini – il marchio ha saputo imporsi e farsi apprezzare anche sulla scena dell’arredamento e del contract, grazie alla proposta di collezioni coordinate e armoniche, studiate nei minimi dettagli per integrarsi ed esaltarsi scambievolmente. Il felice sodalizio tra l’azienda e VM Design ha portato alla nascita di uno stile inedito, autentico e distintivo: diffcilmente classifcabile tra i già noti stereotipi del design, ma identifcabile piuttosto come un personale mix and match di elementi glamour, passione, suggestioni visionarie e di un pizzico di lusso classico senza tempo e senza confni. Lo stile VG, insomma, che ama fare la differenza e non teme nemmeno di lanciare sottili provocazioni e raffnate tentazioni. Oniriche, poliedriche, surrealiste e vibranti, le collezioni VG sono fortemente ispirate agli elementi naturali come acqua, fuoco, cielo e terra, e alle dicotomie ancestrali che muovono l’universo e ne permettono la continua evoluzione, esprimendo un innato desiderio di rinascita e di trasformazione. Le linee, i materiali, i colori e gli accostamenti a cui danno vita: tutto è attentamente ideato e selezionato per tradursi in ambientazioni fresche e raffnate, con l’obiettivo di riportare alla luce la leggerezza, il piacere e lo stupore sincero di cui – forse oggi più che mai – si avverte il bisogno. Tutte le creazioni del marchio – dagli imbottiti alle luci, dai complementi alla decorazione – giocano sapientemente con l’equilibrio e la fusione euritmica tra stimoli naturali, stilemi culturali e linguaggi artistici differenti e apparentemente contrapposti, per comunicare un nuovo senso di futuro e trasmettere il desiderio universale di armonia, bellezza, e grazia.